Risultati immagini per IVAN ROMANO CANTAUTORE

Si chiama “I giovani e la tradizione” il nuovo lavoro discografico del cantautore irpino Ivan Romano. L’artista di Cervinara (Avellino) presenterà il suo secondo album sabato 1 luglio alle ore 17.30 presso il Circolo della Stampa di Avellino.  

Risultati immagini per DIEGO GUIDA

L’editore Diego Guida, Ceo della Guida editori con sede a Napoli, è il nuovo presidente nazionale 2017-2019 del gruppo Piccoli Editori dell’AIE (Associazione Italiana Editori) aderente a Confindustria. La sua elezione è avvenuta oggi dopo la consultazione elettorale degli oltre 200 piccoli editori italiani. Diego Guida è il primo editore meridionale a ricoprire il prestigioso incarico, è stato eletto anche Vice Presidente nazionale dell’AIE. Guida succede al piemontese Antonio Monaco.

Ireneo, discepolo di san Policarpo e, attraverso di lui, dell'apostolo san Giovanni, è una figura di primaria importanza nella storia della Chiesa. Originario dell'Asia, nato con molta probabilità a Smirne, approdò in Gallia e nel 177 succedette nella sede episcopale di Lione al novantenne vescovo san Potino, morto in seguito alle percosse ricevute durante la persecuzione contro i cristiani.

Cirillo (370-444), che succedette allo zio Teofilo, vescovo di Alessandria d’Egitto tra il 385 e il 412, fu protagonista assoluto nella Chiesa della prima metà del V secolo. Fronteggiò gli avversari della Cristianesimo con la stessa determinazione con cui combatté le derive teologiche dentro la Chiesa stessa. Scrittore prolifico e polemico, non si sottrasse nelle dispute contro i pagani e contro i giudei e divenne punto di riferimento nelle dispute teologiche che precedettero e seguirono il III Concilio Ecumenico, celebrato ad Efeso nel 431. In quegli anni particolarmente difficili per la Chiesa, Cirillo, nonostante alcune situazioni ancora oscure sotto un profilo storico, governò la Chiesa di Alessandria d’Egitto difendendo strenuamente l’ortodossia.

Risultati immagini per COMPOSITORE ANGELO VITALIANO
La Rai nell’ambito dei festeggiamenti del 150° anniversario della nascita di di Luigi Pirandello avvenuta il 28 giugno 1867 comunica che Rai Radio 3  la sera del 28  Giugno alle ore 21.00 in diretta dalla Sala A di via Asiago – ROMA,andra’ in onda Partitura P. Uno studio su Pirandello in cui vengono messi assieme tre racconti dello scrittore agrigentino. 

I santi Giovanni e Paolo, vissuti nel IV secolo, furono fratelli di fede oltre che di fatto. Le informazioni su di loro sono discordanti e risalgono soprattutto ad una "Passio" in parte leggendaria: Essi sarebbero stati due cristiani ricchi e particolarmente caritatevoli, che Giuliano l'Apostata avrebbe condannato ad essere decapitati e sepolti sotto la loro abitazione. Sembra però che il martirio di Giovanni e Paolo potrebbe essere avvenuto almeno 50 anni prima, all'epoca di Diocleziano, perché le persecuzioni di Giuliano avvenendo in Oriente. Ad ogni modo, sotto la basilica Celimontana a loro dedicata sono stati ritrovati resti di una villa romana abitata da cristiani, con il piccolo vano della "confessio" che reca affreschi di scene di martirio, sotto cui c'è una fossa per il seppellimento di due corpi.

Risultati immagini per PAROLA DI DIO

a cura di DON GIGI PICCHI 

“Non temete”…Non abbiate paura!
Se uno come Lui ci fa questa raccomandazione, vuol dire che “avere paura” è una di quelle cose che possono succedere.
E infatti succede.

Giovanni Battista è l'unico santo, oltre la Madre del Signore, del quale si celebra con la nascita al cielo anche la nascita secondo la carne. Fu il più grande fra i profeti perché poté additare l'Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo. La sua vocazione profetica fin dal grembo materno è circondata di eventi straordinari, pieni di gioia messianica, che preparano la nascita di Gesù. Giovanni è il Precursore del Cristo con la parole con la vita. Il battesimo di penitenza che accompagna l'annunzio degli ultimi tempi è figura del Battesimo secondo lo Spirito. La data della festa, tre mesi dopo l'annunciazione e sei prima del Natale, risponde alle indicazioni di Luca.

La preoccupazione del Signore per la pecorella smarrita è ricordata nella liturgia del Sacro Cuore di Gesù. Il buon pastore ha tutto il cuore rivolto alle sue pecore, non a se stesso. Provvede ai loro bisogni, guarisce le loro ferite, le protegge dagli animali selvaggi. Conosce ogni pecora per nome e, quando le porta al pascolo, le chiama una per una. Si preoccupa in modo particolare della pecora che si è smarrita, non risparmiandosi pena alcuna pur di avere la gioia di ritrovarla. Una pecorella smarrita è assolutamente indifesa, può cadere in un fossato o rimanere prigioniera fra i rovi. Proprio allora, però, nel pericolo, essa scopre quanto sia prezioso il suo pastore: dopo il ritrovamento, egli la riporta all’ovile sulle sue spalle con gioia. Se un lupo si avvicina, il buon pastore non fugge, ma, per la sua pecorella, rischierà anche la vita. In questi frangenti si rivela il cuore del buon pastore.

È in programma venerdì 23 giugno 2017, alle 17.00, presso la Camera di Commercio di Napoli in piazza Bovio, la presentazione del libro “La mia vita. Senza parole”, scritto da Antonio Tessitore, ammalato di Sla da 14 anni, con il giornalista del quotidiano “Roma”, Mario Pepe. Sono stati invitati a partecipare il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Dopo il saluto del commissario dell’ente camerale, Girolamo Pettrone, sono previsti gli interventi di Giuseppe Fiorentino, pneumologo presso l’Azienda dei Colli; Maria Rosaria Monsurrò, neurologa AOU Seconda Università degli Studi di Napoli; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania; Angelo Cerulo, responsabile redazione napoletana dell’Ansa; Chiara Di Martino, dottore di ricerca in Sociologia e Ricerca Sociale. Letture della giornalista Francesca Di Lello. Concludono gli autori. Modera Gianfranco Coppo, collaboratore de “Il Mattino” .

Discendeva da ricca famiglia patrizia romana (nacque nel 355 a Bordeaux, dove il padre era funzionario imperiale) e favorito nella carriera politica da amicizie altolocate, divenne «consul suffectus», cioè sostituto, e governatore della Campania. Incontrò il vescovo Ambrogio di Milano e il giovane Agostino di Ippona, dai quali fu avviato alla fede cristiana. Ricevuto il battesimo verso i venticinque anni, durante un viaggio in Spagna conobbe e sposò Therasia.

Immagine correlata

Venerdì 23 giugno, secondo appuntamento dei “Colloqui di Ravello su Arte, Scienza e Cultura” organizzati dalla Fondazione Ravello a latere del Ravello Festival 2017.

La proposta dell’Osservatorio del Napoli Teatro Festival Italia continua, giovedì 22 giugno (ore 22) al Cortile delle Carrozze di Palazzo Reale con I bambini della notte, uno spettacolo di e con Angelo Campolo, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mariapia Bonanate e Francesco Bevilacqua.

Figlio del marchese Ferrante Gonzaga, nato il 19 marzo del 1568, fin dall'infanzia il padre lo educò alle armi, tanto che a 5 anni già indossava una mini corazza ed un elmo e rischiò di rimanere schiacciato sparando un colpo con un cannone. Ma a 10 anni Luigi aveva deciso che la sua strada era un'altra: quella che attraverso l'umiltà, il voto di castità e una vita dedicata al prossimo l'avrebbe condotto a Dio. 

Risultati immagini per PROCESSO AD UNA STREGA

Saranno gli spazi del cortile del Maschio Angioino di Napoli a ospitare, sabato 24 giugno 2017 alle ore 21.00, l’evento inaugurale della stagione estiva per Il Pozzo e il Pendolo di Napoli, con Processo ad una Strega di Annamaria Russo, spettacolo teatrale tratto dagli atti di un vero processo del Santo Tribunale dell’Inquisizione, ai danni di una donna sola, creduta una strega.