“L’Europa deve chiedere che sia fornita la verità per la morte di Giulio Regeni, nient’altro che questo, lo dobbiamo a questo nostro connazionale e alla nostra dignità di cittadini europei.

Percorre 11 chilometri sulla SS106, trascinando sul cofano anteriore della propria auto l'ex convivente della sua compagna. È successo a Strongoli, nel crotonese, dove un 54enne cirotano è stato arrestato per tentato omicidio.

 

Dalla stampa, si apprende che  nei bilanci di previsione  di molti Comuni, per il 2016, la previsione di incassi  derivanti da contravvenzioni,  sono aumentati del 30%. Evidentemente  gli automobilisti vengono scambiati  per una sicura   fonte di introiti per casse Comunali,  spesso asfittiche ed in difficoltà.

Nasce il Comitato Popolare per il No al "Referendum sulle Modifiche della Costituzione". Si è costituito in questa settimana, a Roma, il Coordinamento di ispirazione popolare che sosterrà il No nella prossima campagna referendaria, dove i cittadini saranno chiamati a decidere le sorti della Carta Costituzionale italiana.

Il settore del biologico italiano non finisce di stupire. E' anticiclico, continua ininterrottamente a crescere da oltre dieci anni, conquistando spazi nella Grande Distribuzione e costrunendo anche un mondo commerciale e una dimensione a sè, con canali specializzati con prezzi che possono essere anche del 20% superiori a quelli della GDO.

Fabrizio Frizzi è testimonial della Giornata Nazionale Unitalsi, in programma il prossimo 5 - 6 marzo 2016. In oltre 3000 piazze italiane, sarà possibile offrire un contributo per le attività associative promosse sul territorio nazionale, ricevendo un alberello di ulivo, simbolo di pace e di fratellanza. 

Si concluderà domani, lunedì 29 febbraio, con il “FirmaDay” la campagna negli atenei italiani del Movimento 5 Stelle per chiedere l'abbassamento delle tasse universitarie e l'istituzione di una “no tax area” per la fascia di popolazione economicamente in forte difficoltà.

La battaglia che si è scatenata  a livello politico , sulle unioni civili , ha monopolizzato   l’attenzione e la vita del Paese, da lungo tempo ed il dibattito, ancora continua.

"Il nostro voto, lo dico con rammarico, non può che essere contrario a questo provvedimento". Lo ha detto in Aula il senatore Pietro Langella (Alleanza Liberalpopolare-Autonomie), nella dichiarazione di voto sulla fiducia posta dal governo al Dl milleproroghe. " Il decreto milleproroghe - ha spiegato Langella nel suo intervento - fu inventato nel 2005 e da allora, implacabilmente, come l'arrivo dell'inverno, ogni anno che il buon Dio ci ha mandato, è approdato nelle aule parlamentari. Sembra l'Araba Fenice che risorge. Un'anomalia tutta italiana. Un treno che parte leggero da Palazzo Chigi, ma poi si carica di vagoni pesanti strada facendo. La montagna, insomma, che partorisce un...dinosauro". "Questo accade - ha rincarato la dose il senatore di Ala - perché si avverte la mancanza di una maggioranza vera. Una maggioranza coesa, realmente in grado di prendere il toro per le corna. Non un'aggregazione frutto di mere alchimie elettorali. E' per questo, d'altronde, che abbiamo dato vita ad una nuova formazione parlamentare. Ed anche oggi non possiamo fare a meno di considerare quanto la nostra scelta sia stata necessaria". 
"Considerata la lentezza dei tempi e la natura di un provvedimento sconclusionato (basta scorrere  le rubriche dei singoli articoli, si vedrà l'affanno di tutti i Ministeri - nessuno escluso - incapaci di rispettare le scadenze a loro tempo prese), il nostro voto non potrà che essere contrario" ha concluso Langella.

“Aldo Moro è stato uno dei costruttori dell’Europa unita. L’intitolazione di una sala del Parlamento europeo a Bruxelles rappresenta il giusto tributo ad uno dei più grandi statisti europei.

Risultati immagini per ERASMUS E SPORTLa Commissione Europea e l’Agenzia EACEA hanno organizzato una giornata informativa dedicata a Erasmus+ Sport.
L’evento avrà luogo a Bruxelles in data 3 marzo 2016.

fragolaIl report realizzato dal CSO, Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara, evidenzia una crescita delle superfici  coltivate a fragola in Italia pari al +4% rispetto al 2015, con una copertura di circa 3.740 ettari, un valore che riporta la fragolicoltura nazionale ai livelli del 2008.

La 18° edizione di Cibus si presenta con una adesione senza precedenti delle maggiori aziende alimentari italiane e con una esposizione che copre tutti i settori tradizionali del comparto e tutte le nuove tendenze dell’offerta alimentare.

Cibus 2016, Salone Internazionale dell’Alimentazione organizzato da Fiere di Parma e Federalimentare, si terrà a Parma dal 9 al 12 Maggio. Saranno presidiati tutti i settori: carni e salumi, formaggi e latticini, gastronomia ultrafresco e surgelati, pasta conserve condimenti, prodotti dolciari e da forno, la Quarta Gamma, le bevande, prodotti tipici e regionali, ed altro ancora.
Grande spazio avranno i prodotti vegetariani e vegani (per entrambi è stata creata la comune etichetta “VEG” che segnalerà gli stand di queste categorie), ma anche prodotti biologici e prodotti con meno grassi, meno sodio, senza glutine e via dicendo.

“Cibus 2016 si conferma la fiera alimentare più conosciuta e rilevante in Italia e nel mondo – ha dichiarato Elda Ghiretti, Cibus Brand Manager - L’adesione delle aziende alimentari è fin qui numerosa ed entusiasta. Sanno di trovare una piattaforma che si modella in tempo reale alla domanda del mercato, sia in termini di innovazione che di tipicità. Gioca a nostro favore anche l’incredibile esperienza dei 6 mesi in Expo, col padiglione “Cibus è Italia” che ha ospitato centinaia di buyer esteri”.

Per quanto riguarda le attività e le novità di Cibus 2016, sono quattro gli ambiti di interesse che verranno presidiati: Sezioni Speciali, Convegni & Workshop, Incoming ed Eventi in Città. Il rinnovato padiglione 7 della fiera, valorizzato dal nuovo ingresso Ovest, creato ricostruendo a Parma il padiglione CIBUSèITALIA presente ad EXPO, ospiterà in questa edizione sezioni speciali e novità.

Nelle sezioni speciali troviamo il nuovo spazio Halal/Kosher, uno showcase dedicato ai prodotti Made in Italy certificati Halal e Kosher.

Altra nuova area sarà lo spazio Seafood EXPO, dedicato agli espositori del settore ittico dove i visitatori avranno la possibilità non solo di scoprire i prodotti ma anche di partecipare ad incontri ed approfondimenti sul tema, presso la specifica area workshop.

La 18° edizione della manifestazione vedrà anche un particolare focus sul retail, con un convegno che si concentrerà sul ruolo della Marca del Distributore nello sviluppo dell’export italiano. Altro spazio dedicato all’approfondimento dei temi legati al Retail sarà un’area workshop all’interno del padiglione 7 dove verranno organizzati incontri pomeridiani dedicati all’analisi degli scaffali all’estero e a come vengono presentati i prodotti Made in Italy nei principali mercati obiettivo.

L’attività incoming realizzata in collaborazione con ICE/Italian Trade Agency, che svolge da sempre un ruolo chiave nella strategia di Cibus, quest’anno si rafforza con un investimento di oltre 2 milioni di euro, stanziati nell’ambito delle azioni di promozione a sostegno dell'agroalimentare italiano promosse sotto il segno distintivo "The Extraordinary Italian Taste", per ospitare buyers e importatori internazionali.

Il piano prevede una strutturata offerta che aggiunge alla visita della fiera anche retail tour, gala dinner e post show tour presso alcuni stabilimenti produttivi sul territorio. L’attività di incoming è coadiuvata da un’intensa attività di roadshow internazionale, che ha portato gli organizzatori di Cibus ad incontrare professionisti del settore a San Francisco in Gennaio per il Winter Fancy Food e continuerà con una partecipazione al Gulfood a Dubai in Febbraio e al Foodex di Tokyo in Marzo.

Confermati anche per questa edizione il coinvolgimento della Scuola Internazionale di Cucina Italiana ALMA con Alma Caseus, premio dedicato ai produttori e ai professionisti del settore lattiero caseario e lo spazio MicroMalto organizzato in collaborazione con Birra Nostra, dove verranno presentate le migliori produzioni di birre artigianali italiane.

Il tema dello sviluppo del segmento Fuori Casa sarà invece approfondito grazie ad un convegno dedicato alle tendenze dell’offerta organizzata, collettiva e commerciale. L’appuntamento vedrà coinvolti manager delle catene out-of home e la partecipazione di NPD Group, realtà leader nella fornitura di dati di scenario e comportamenti e trend di consumo nel fuori casa.

Sempre per quanto riguarda i convegni, torna l’annuale appuntamento dedicato alle leve promozionali curato dall’Università degli Studi di Parma e Nielsen in collaborazione con Fiere di Parma. Al centro dell’incontro le nuove traiettorie della promozione delle vendite e le possibili vie d’uscita dalla saturazione promozionale di prezzo per industria e distribuzione.

Torna anche l’edizione 2016 di Ecotrophelia il concorso per l’innovazione e la sostenibilità dei prodotti alimentari organizzato da Federalimentare e rivolto agli studenti universitari italiani afferenti al settore alimentare. Federalimentare presenterà anche un cartellone seminariale che riguarderà programmi di ricerca, innovazione e sviluppo e un Workshop scuola e azienda.

Per Cibus 2016 è stato rinnovato ed ampliato il fuori salone, il programma di attività nelle strade e nelle piazze di Parma, con “CIBUS IN FABULA” che forte dall’esperienza di EXPO avrà il suo fulcro nella cornice suggestiva della chiesa di San Tiburzio dove verrà collocata un’installazione di GENERATIVE ART realizzata da Felice Limosani: “IL PIATTO DEL GIORNO” e attraverso l’allestimento scenografico dell’Ospedale Vecchio in centro a Parma.

Inoltre si conferma anche per questa edizione la collaborazione con “I Love Italian Food”, che si occuperà di promuovere le produzioni agroalimentari Made in Italy al proprio network di food blogger internazionali coinvolgendoli direttamente e invitandoli a seguire le novità presentate in occasione della nuova edizione della manifestazione.

E’ deflagrata, come una bomba ad altissimo potenziale, la notizia che  la pensione di “reversibilità”, è a rischio, un rischio serio, che può cancellare o decurtare la  “reversibilità”, ad un numero enorme di vedove  e vedovi. Tutto è iniziato quando alla Commissione lavoro  è approdato, pochi giorni or sono, un disegno di legge  delega, contro la povertà, in apparenza ricco di buoni propositi, ma da una lettura più attenta, emerge un pericolo “sforbiciata” o, addirittura, cancellazione, di un numero enorme di pensioni di  “reversibilità”, per coniugi superstiti ed altri aventi diritto. – Così ha dichiarato la Segretaria Nazionale  del Sindacato Comparto Sicurezza e Difesa (SCSD) Anna Paternostro -  La “reversibilità” viene considerata “assistenza” ed in quanto tale, legata al reddito ISEE. Viene preso in considerazione il reddito familiare ed allora, scatta il trappolone: basta avere una casa di proprietà, abitare con  un figlio che lavora ecc., per  rischiare di veder pesantemente tagliata o, addirittura, azzerata, la pensione di reversibilità. La pensione di “reversibilità – ha continuato Paternostro - deriva da pesanti contributi, pagasti per decenni, non è un regalo o una gentile concessione. Cosa c’entra l’assistenza? Certo, giustamente, se questa assurdità giuridica dovesse  “passare”, vi sarebbero tantissimi  e sacrosanti ricorsi. Il SCSD – ha rimarcato Paternostro - si chiede, se è giusto che in questo Paese, i diritti dei cittadini possano essere  decurtati, cancellati, secondo gli umori del governo di turno.  Che Paese è quello dove i diritti sono tenuti continuamente in forse? Si tratta, indubbiamente, di una vicenda assurda e gravissima. La misure allo studio  non varrebbero  per il passato. A parte  il fatto  che è una vergogna comunque, chi assicura che, alla prova dei fatti, poi  sarà veramente così? E’ l’idea stessa  che una persona che ha perso il coniuge, possa essere costretta a vivere nell’indigenza, a far rabbrividire. Si può perdere la “reversibilità” perché si ha una casa?  Certo, il “coniuge superstite”, può mangiare i mattoni!!! Il Governo – ha concluso Paternostro - invece che colpire i diritti dei cittadini, farebbe molto bene a tagliare gli sprechi e le ruberie…..troppo difficile? Forse è più facile  mettere le “mani in tasca” a persone anziane,  deboli e malate? 

In una settimana, dopo i casi di maltrattamenti , in  strutture che ospitano persone fragili , autosufficienti e non, in provincia di Roma ed a  Parma,  un terzo caso di maltrattamenti,  è stato scoperto in provincia di Cagliari.Sembra che se “si scava, qualcosa si trova”.Questa volta,le presunte vittime, sarebbero degli ospiti di una struttura psichiatrica convenzionata, affetti  di gravi croniche  forme  di disabilità psicofisiche, che avrebbero subito maltrattamenti, per i quali  un consistente numero di operatori, sarebbe stato sospeso dal servizio,per alcuni mesi. La scoperta di tre casi di maltrattamenti  di ospiti di strutture di varia natura – ha dichiarato il vicesegretario nazionale del Partito Pensionati,Luigi Ferone – nell’arco di una settimana , devono far riflettere sulla opportunità di controlli a tappeto, in tutte le strutture che accolgono persone fragili, malate , incapaci di far sentire la loro voce. Raddoppio delle pene per maltrattamenti ai danni di soggetti fragili,installazione di telecamere , controlli improvvisi, sono, a giudizio del Partito Pensionati , indispensabili per  impedire il verificarsi di maltrattamenti ed abusi , in strutture che ,invece, dovrebbero tutelarli e proteggerli.