Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 375

Roghi in Sardegna: quasi 1500 gli sfollati, decretato lo stato di emergenza

"Sono decine le segnalazioni che ogni giorno giungono alla centrale operativa dei Vigili del Fuoco per l’appiccamento di roghi in tutta la Campania. Solo ieri, nella provincia di Napoli, ci sono stati tre eventi di diversa entità.

A Torre Annunziata, al Rione Deriver, numerose sterpaglie sono andate a fuoco e, fortunatamente, l’incendio non ha interessato le case vicine. A Massa Lubrense, un rogo divampato nel primissimo pomeriggio è stato spento solo dopo le ore 22, i mezzi aerei erano tutti impegnati in provincia di Salerno e il primo velivolo è giunto a Massa solo intorno alle 18. A Casoria, invece, ancora un rogo nel campo Rom, da cui si è levata una densa nube nera che ha costretto l’interruzione temporanea del traffico veicolare, per non parlare dell’odore acre di plastica bruciata. I roghi sono da anni una vera e propria piaga che devasta tutto il territorio italiano e troppo spesso, dietro questi eventi disastrosi, si cela la mano dell’uomo e della malavita. Ieri la Polizia ha arrestato il piromane colpevole dell’appiccamento dell’incendio sui Monti Tifatini, in provincia di Caserta. Gli agenti della Questura di Caserta hanno colto l’uomo in flagranza di reato, mentre era intento ad alimentare le fiamme con delle sterpaglie.  Questo dimostra che è possibile arrestate questi criminali, ma è ancora più importante scoprire chi sono i mandanti. La criminalità organizzata ha degli interessi forti che si nascondono dietro l’appiccamento degli incendi. Questa catena va spezzata, soprattutto nei luoghi dove i roghi risultano ricorrenti ed è quindi più facile risalire ai colpevoli. L’Italia è stanca di bruciare. È necessaria una mobilitazione di mezzi e uomini senza precedenti, con delle azioni preventive che blocchino questi criminali senza scrupoli prima che devastino il nostro splendido territorio”. Così Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale di Europa Verde.

Autenticati