Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 351

L'altro Conte, il deputato di Leu che ha messo tutti d'accordo sulla  prescrizione (tranne Renzi) - La Stampa

“Manfredi è una grande opportunità per rilanciare Napoli come Città capitale del Mediterraneo, per unire, con un progetto di integrazione europea, il Mezzogiorno d'Italia e tutte le civiltà che si affacciano sul mare nostrum, facendo della solidarietà sui problemi di oggi la base di una visione alta e senza confini del domani”.

Lo dichiara Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali, accompagnando per le strade di Napoli con il Ministro della Salute Roberto Speranza, il candidato a sindaco di Napoli Gaetano Manfredi. “La sensazione avuta tra la gente di una città che sa riempirti sempre di vita – dice il parlamentare – è stata molto positiva. A Speranza viene riconosciuto un lavoro serio e leale sulla pandemia. Uno stile semplice, e al tempo stesso colto e generoso; lo stesso tratto di umiltà che ho visto in Manfredi. Napoli è cruciale per la ripartenza del Paese. Se non riparte Napoli non riparte l’Italia. Salute, istruzione, lavoro sono le basi per ricostruire. Con uno sguardo alto sul futuro: dal Mediterraneo, una nuova Europa, con Napoli protagonista”. “Quella di Napoli - ha concluso Conte - è una battaglia di tutti e, in forme e tempi diversi, deve coinvolgere ogni sensibilità riformista di ieri e di oggi.

Autenticati