Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 143

Pnrr, Maresca presidente commissione: «Non ci sarà spazio per affarismi e  corruttela»

Riunitasi ieri pomeriggio, la commissione paritetica per il monitoraggio sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, presieduta da Catello Maresca, ha incontrato Sergio Avolio, responsabile dell’ufficio che coordina le candidature dei progetti per attingere alle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Abbiamo attinto, con oggi, ulteriori qualificate informazioni sull’andamento dei lavori, ha detto a fine riunione il presidente Catello Maresca: possiamo guardare con relativa tranquillità al prossimo futuro, quando si entrerà nel vivo della realizzazione delle progettualità. Realizzazione che, ha spiegato Avolio, ha tempi strettissimi: già a giugno e luglio le prime scadenze da rispettare, sulla progettazione degli interventi. Il ricorso al metodo dell’Accordo Quadro nello svolgimento delle procedure, adottato da Invitalia, consente di abbreviare i tempi tra progettazione e cantierizzazione, ha specificato. Rispetto all’ultimo aggiornamento, Il Comune ha continuato a monitorare i bandi nazionali, in ogni settore. Nell’ultima fase, sono stati candidati 88 progetti, per un ammontare di 270 milioni che si aggiungono ai 620 milioni ai quali il Comune si è candidato in precedenza.

Mobilità digitale, metro e tram, ciclovie, acquisto nuovi bus, scuole, impianti sportivi, messa in sicurezza di alcune strade primarie (in generale il PNRR non finanzia la manutenzione stradale, per la quale bisogna attingere a fondi nazionali, ha spiegato Avolio),. È in dirittura d’arrivo la progettazione per la riqualificazione dell’Edilizia Residenziale Pubblica nei quartieri periferici, mentre per l’Albergo dei Poveri l’idea è quella di un concorso internazionale di idee cui si affiancherà un Accordo Quadro per la realizzazione dell’intervento.

Molte le domande e gli approfondimenti suggeriti dai commissari che hanno partecipato: Iris Savastano (Forza Italia), Rosario Palumbo (Cambiamo!), Anna Maria Maisto (Azzurri Noi Sud Napoli Viva), Alessandra Clemente (Misto), Carlo Migliaccio (Insieme per Napoli Mediterranea).

Autenticati