Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 185

Debutta al Teatro dei Piccoli di Napoli “Il Gatto con gli stivali” - Napoli  Village - Quotidiano di Informazioni Online

Debutta al Teatro dei Piccoli di Napoli, sabato 29 gennaio 2022 (alle ore 11, replica alla stessa ora anche domenica 30), “Il Gatto con gli stivali” nella versione che del grande classico per l’infanzia realizza il regista Claudio Casadio per la produzione di Accademia Perduta Romagna Teatri di Forlì.

Un appuntamento di grande rilievo nella stagione di teatro, musica e danza dedicata ai ragazzi, ideata e curata da I Teatrini insieme a Casa del Contemporaneo/Le Nuvole e a Progetto Sonora, e programmata nella storica struttura della Mostra d’Oltremare.

La storia è nota: un mugnaio, ormai vecchio, decide di lasciare mulino e asino ai due figli maggiori, e al più piccolo, non avendo altro, lascia il gatto che si rivelerà subito un gatto molto speciale perché capisce, parla e ragiona.

A narrarla adesso due attori, Maurizio Casali e Mariolina Coppola, nella scenografia da essi stessi ideata e realizzata, con i magnifici oggetti di scena di Marcello Chiarenza e tra le note di un’originale colonna sonora musicale composta da  Carlo Cialdo Capelli. Su una pedana inclinata che all’inizio è un mulino con pale a vento, e successivamente un castello, un orto, un giardino fiorito, si aprono piccole botole che svelano paesaggi inattesi: tane di piccoli animali o specchi d’acqua per pescare. I due artisti in scena, alternando i ruoli di attori, narratori e animatori, riescono a rappresentare la storia con una straordinaria semplicità, grazie all’efficacia di tante invenzioni sceniche che catturano l’attenzione del pubblico dei più piccoli al quale lo spettacolo è rivolto.

Questa fiaba classica, che si fa risalire alla seconda metà del 1500 (con il racconto di Giovanni Francesco Straparola precedente alle versioni di Basile, Perrault e dei Fratelli Grimm), “è giunta fino a noi – sottolinea il regista Claudio Casadio - senza mai sbiadire il proprio forte ascendente sull’immaginario dei bambini di tutto il mondo. Si tratta infatti non solamente di un racconto picaresco in cui un giovane sfortunato la spunta sui ricchi e i potenti, ma di una vicenda che suggerisce come la parte animale e istintiva che alberga in ognuno di noi abbia il potere di stupire, di emergere nei momenti di difficoltà e infine di cambiare il corso della vita”.

Biglietto euro 8. Obbligo del Green Pass per tutti i partecipanti dai 12 anni e mascherina in sala. La prenotazione è SEMPRE obbligatoria ai recapiti 08118903126 o 327 0795871 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Su www.teatrodeipiccoli.it e alla pagina FB teatrodeipiccolinapoli tutte le schede di approfondimento e le info di accesso alla struttura.

Autenticati