Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 168

Play duett tonino taiuti e lino musella

In scena domenica 30 gennaio alle ore 18:00 al Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, nella Sala del Capitolo, nell'ambito della programmazione di «Natale a Napoli 2021» promosso dal Comune di Napoli con il contributo della città metropolitana di Napoli, torna lo spettacolo PLAY DUETT, una jazz-session teatrale con due attori d'eccezione: Lino Musella - attore di cinema e teatro, protagonista del recente successo “Tavola, tavola, chiodo, chiodo…”- e Tonino Taiuti - un pezzo di storia del teatro partenopeo che ha recitato insieme a Renato Carpentieri e Antonio Neiwiller e con registi come Moscato, Martone e Salvatores. Due attori chiamati a un confronto, non solo generazionale, a uno scambio di energie e intelligenza teatrali, attraverso testi di tradizione e testi contemporanei, in una vera e propria prova d'attore con le musiche dal vivo di Marco Vidino. 

PLAY DUETT vede come elemento dominante l'improvvisazione, un’apparente costruzione giocosa, che rende la pièce ricca di sfaccettature e sfumature. Ogni replica è costruita, di volta in volta, mediante l'abile introduzione di elementi differenti e giochi improvvisati e contiene tutti gli elementi fondamentali del teatro e della messa in scena: la recitazione e il reading, la musica e il canto, l'improvvisazione, la regia, il travestimento, il gioco di luci, la meta teatralità, il rapporto con lo spazio e con il pubblico, l'alternanza di tempi e luoghi, l'antropologia e soprattutto i testi, teatrali e poetici, e la loro drammatizzazione.

Due attori, due volti, due voci, due figure diversamente coetanee si cercano tra le macerie, mescolando vecchio e nuovo. Si parlano attraverso un concerto improvvisato non di note ma di lingue, dove i frammenti di classici del teatro napoletano si confrontano con brani contemporanei, senza tempo.

L'evento è gratuito con prenotazione obbligatoria a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al 3454679142 (anche via Whatsapp). 

Per accedere alla sala, si ricorda l'obbligo di Super Green Pass e mascherina FFP2, come da ultimo decreto.

Autenticati