Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 166

Rinasce il Real Sito di Carditello, splendida tenuta borbonica in provincia  di Caserta

Mercoledì 1° Settembre, alle ore 11,00, dal Real Sito di Carditello mons. Antonio Di Donna, Presidente della Conferenza Episcopale Campana, presiederà un momento di preghiera e di riflessione, nella giornata che apre annualmente il Tempo del Creato (1° settembre - 4 ottobre) e che, dal 2015, è anche Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato.

Il fatto in sé rappresenta una novità, costituisce un implicito riconoscimento della bella storia che si sta scrivendo a Carditello e testimonia la rinnovata attenzione della Chiesa campana a ciò che si muove nel mai facile dialogo tra cittadini e istituzioni. Poco più di sei mesi fa, infatti, proprio nel Real Sito, un atto d’impegno denominato “Carta di Carditello” è stato sottoscritto dall’allora Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, dal Prefetto di Napoli in rappresentanza di tutte le Prefetture della Campania, dal Commissario antiroghi del Ministero dell’Interno, dalla Fondazione Real Sito di Carditello e dalla Rete Stop Biocidio in rappresentanza dell’impegno civico diffuso per la rigenerazione della nostra Terra. La volontà del Ministero per l’Ambiente di “promuovere attraverso la partecipazione attiva dei cittadini iniziative di valorizzazione del territorio, promozione della conoscenza e condivisione delle informazioni ambientali” si incontra con quella della cittadinanza attiva e responsabile e finalmente prende forma nell’Accordo del gennaio 2021. La Carta di Carditello istituisce anche l’ ”Osservatorio ambientale della Terra dei fuochi” intitolato a Stefano Tonziello, che “opererà a diretto contatto con amministrazioni e comitati e associazioni di cittadini”. Mons. Di Donna sarà accompagnato dal vescovo di Aversa mons. Angelo Spinillo, nel momento partecipato di preghiera, a cui farà seguito un breve scambio di idee nella sala dei Convegni. Farà gli onori di casa il direttore del Real Sito Roberto Formato, che rappresenterà anche il Presidente della Fondazione Nicolais, impossibilitato a partecipare per impegni precedentemente assunti.

Autenticati