Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 275

Diego Foschi - insalutenews.it

E' un appello urgente quello che è stato steso nella lettera aperta che il Presidente del Collegio Italiano dei Chirurghi, Prof. Diego Foschi, ha inviato al Premier Draghi e al Ministro della Salute Speranzaunitamente a tutte le Società Scientifiche afferenti al CIC,  in rappresentanza di circa 50.000 chirurghi sul territorio.

Nella lettera si sottolinea  l’emergenza in cui si trova il sistema ospedaliero italiano. Mentre infatti le nuove direttive prevedono un potenziamento degli investimenti  nella medicina del territorio e nella prevenzione e terapia del Covid-19, il sistema ospedaliero rimane sostanzialmente  inalterato senza poter rispondere adeguatamente alle esigenze della popolazione.  Questo rischia di aggravare la situazione delle Unità di chirurgia, già in grandissima difficoltà. Da qui l'allarme del CIC che chiede  al Premier e al Ministro Speranza una maggiore attenzione al sistema ospedaliero.

Autenticati