Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 373

Confartigianato » FISCO – Le Confederazioni delle Pmi: “La riforma sia  l'occasione per costruire un fisco a misura di micro e piccola impresa”

"Mentre il nuovo medioevo talebano é ritornato sanguinosamente trionfante a Kabul, mettendo in crisi definitivamenre il ruolo-guida degli USA e delle democrazie occidentali negli equlibri mondiali, e la pandemia minaccia, con rinnovata e allarmante virulenza, la convivenza civile e la ripresa economica, continua la cieca litigiositá quotidiana dei partiti della cosiddetta maggioranza di governo.

Unimpresa guarda con estrema preoccupazione a questa deriva di irresponsabilità politica, alla vigilia del varo, da parte del Governo Draghi, della riforma del fisco, dalla quale dipendono le residue sorti di ripresa delle micro, piccole e medie imprese. Preoccupa, inoltre, come sia iniziato, già agli inizi di questo semestre bianco e non solo tra disinvolti commentatori retroscenisti,  il balletto delle totocandidature al Quirinale e, di consequenza, a Palazzo Chigi. L'equilibrio, istituzionale e politico, anche nelle relazioni europee e internazionali,  garantito da Mattarella e da Draghi, dovrebbe essere tutelato fino alla fine della legislatura, fondando sulle costanti ideali delle due personalità. Lo spirito di servizio alla Repubblica e alle istituzioni democratiche del primo, l'etica della responsabilitá del secondo, non aduso, per cultura, formazione e storia,  a lasciare incompiuti, o a metà strada, gli alti compiti affidatigli. Questa disgraziata legislatura, nata male,  meritava di essere sciolta molto prima, ora sarebbe devastante". Lo dichiara il segretario generale di Unimpresa, Raffaele Lauro. 

Autenticati