Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 787

Covid-19, on line il modello di autodichiarazione per gli spostamenti dal 4  maggio | Ministero dell'Interno

Ci si può spostare in altra Regione o provincia autonoma (anche in zone di colore diverso) per raggiungere le seconde case. E' quanto si apprende dalle nuove faq rese disponibili dal palazzo Chigi per fare maggiore chiarezza sul capitolo spostamenti nell'ambito dell'ultimo decreto, in vigore fino al 5 marzo.

Potrà farlo, si legge ancora, soltanto chi potrà comprovare di avere il titolo ad una data che sia precedente al 14 gennaio. 
Le faq, prevedono ancora che nel caso in cui una persona, con valido motivo per spostarsi, sia impossibilitata a farlo perché, ad esempio, non in possesso di patente di guida, possa chiedere ad un familiare di farsi accompagnare. E' preferibile che questi siano conviventi, nel caso in cui ciò non fosse possibile, i soggetti dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina. 
Anche in zona rossa ci si può spostare per fare visita a parenti e amici. Si legge, infatti, "il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00, su tutto il territorio nazionale e indipendentemente dal fatto che il giorno sia feriale o festivo. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute". 
Per quanto concerne, invece, l'asporto, tema caldo di questi giorni, le faq prevedono che che la vendita con asporto "è possibile anche dalle 18.00 alle 22.00, ma è vietata in tali orari ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili - codice ATECO 56.3) o commercio al dettaglio di bevande (codice ATECO 47.25). 
Non è invece consentito in zona rossa spostarsi per fare visita alle persone detenute in carcere. I colloqui possono perciò svolgersi esclusivamente in modalità a distanza mediante apparecchiature e collegamenti di cui dispone l'amministrazione penitenziaria e minorile o mediante corrispondenza telefonica, anche oltre i limiti stabiliti dalle norme dell’ordinamento penitenziario. 
Ci si può spostare, invece, anche in Regioni di diverso colore per partecipare ai funerali dei parenti. "La partecipazione a funerali di parenti stretti o di unico parente rimasto sempre nel rispetto di tutte le misure di prevenzione e sicurezza, costituisce causa di necessità per spostamenti, anche tra aree territoriali a diverso rischio e con discipline differenziate per il contrasto e il contenimento dell'emergenza da Covid-19". 
Dall'aggiornamento del governo si apprende, ancora, che ai genitori separati o divorziati, è consentito andare a fare visita ai figli minori anche in altra Regione o all'estero. Le faq prevedono che questo genere di spostamento sia effettuato scegliendo sempre il tragitto più breve e nella stretta osservanza delle norme sanitarie. 

Autenticati