Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 304

Usa, 14enne spara e uccide la sua famiglia di 5 persone in Alabama - Rai  News

Un adolescente ha ucciso i suoi genitori e la sorella minore e ha pubblicato immagini raccapriccianti dello spargimento di sangue sui social media, prima di puntare la pistola contro due cani di famiglia e poi su se stesso quando è arrivata la polizia. Uno sterminio in piena regola.

Così William Quince Colburn III, 15 anni, ha ucciso suo padre William Jr., 63 anni, la mamma Jana, che festeggiava il suo 53esimo compleanno, e la tredicenne Emma, ​​in quello che la polizia dice sia stato un triplo omicidio-suicidio. Ha anche pubblicato le foto dei suoi parenti morti sui social media e ha minacciato di attaccare una scuola, secondo la polizia. La polizia si era precipitata nel camper della famiglia presso l'Aransas Oaks RV Resort su S. Commercial Drive a Ingleside, in Texas, intorno alle 23:00 di mercoledì sera. "Gli agenti hanno sentito un singolo sparo e il tonfo di una persona che cadeva a terra", ha riferito il dipartimento di polizia del Texas Aransas Pass. Una volta entrati in casa dopo lo sparo, gli agenti hanno trovato la famiglia, i cani e il ragazzo, tutti morti. William aveva anche "trasmesso immagini grafiche di individui morti che ha identificato come la sua famiglia che aveva ucciso" su una piattaforma di social media. La polizia ha confermato che William ha ulteriormente "minacciato di continuare la violenza in una scuola della zona" giovedì mattina. A quanto pare, si sarebbe trattata di una vera e propria esecuzione a cui nessuno dei suoi intimi sarebbe riuscito a sottrarsi. La furia omicida ha colpito dapprima il padre  e la madre, poi la sorellina e in ultimo i suoi animali. Ancora una volta il contesto familiare problematico e il gesto estremo è espressione di dinamiche patologiche perverse. Infatti non è raro nella storia trovare adolescenti o giovani ragazzi che uccidono, ancor meno episodi di parricidi, matricidi, genitoricidi, famiglicidi.

Autenticati