Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 214

Peppe Iodice: età, peso, altezza, carriera e vita privata del comico  italiano

Torna la Fiera della Maddalena dopo due anni di stop a causa dell’emergenza Covid-19. Il programma della manifestazione è stato presentato nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella mattinata di oggi, venerdì 3 giugno 2022, a Caiazzo, con la partecipazione in videconferenza Peppe Iodice, Monica Sarnelli e Mario Maglione, che si sono detti lieti di prendere parte alla rinascita di una manifestazione di così grande importanza.

La millenaria manifestazione, che quest’anno vede uniti sei comuni (Caiazzo, Piana di Monte Verna, Amorosi, Puglianello, Castel Campagnano e Ruviano) torna in vita grazie al finanziamento della Regione Campania a valere sul POC 2014-2020, proponendo spettacoli, visite guidate, degustazioni enogastronomiche, stand fieristici. La Fiera della Maddalena 2022 ha come slogan “… le radici nel passato, lo sguardo verso il futuro”: un percorso itinerante che si snoderà per due mesi per richiamare visitatori e turisti da tutta la Campania e non solo.

Si inizia a Piana di Monte Verna, dove, il 5 giugno, si esibirà il noto comico Peppe Iodice, reduce dai successi del PeppyNight. Il 25 giugno ad Amorosi è previsto il concerto di Monica Sarnelli, nota al pubblico nazionale, tra l’altro come interprete della sigla di Un posto al Sole, mentre il 9 luglio a Castel Campagnano andrà in scena un concerto di uno dei più grandi interpreti viventi della tradizione musicale napoletana, Peppe Barra. Il 16 luglio a Ruviano salirà sul palco la Paranza di Romeo Barbaro, il 17 a Puglianello si esibiranno Mario Maglione & Friends. Gran finale a Caiazzo dal 22 al 24 luglio per la Fiera della Maddalena: dalle 18 alle 24 saranno aperti gli stand nella villa comunale, saranno promosse degustazioni enogastronomiche gratuite e si terranno spettacoli di artisti di strada nelle piazze e nelle strade cittadine. Il programma completo è disponibile sul sito www.fieradellamaddalena.it Direttore artistico della manifestazione è Michele M. Ippolito, che ha al suo attivo il coordinamento di grandi eventi quali il Premio Massimo Troisi, il Festival Ethnos, il Giorno del Gioco, il Fantasy Day.

“Un ringraziamento particolare va ai colleghi sindaci che hanno aderito a questa iniziativa finanziata dal POC della Regione Campania.  Per la prima volta si uniscono sei città di due province diverse, Caserta e Benevento e questo per noi è motivo di orgoglio. Il clou della manifestazione sarà 22, 23 e 24 luglio, quando sarà organizzata la Fiera, anche grazie alla collaborazione con Coldiretti, che ha firmato con noi un protocollo di intesa” dichiara Stefano Giaquinto, Sindaco di Caiazzo.

“Ringrazio il sindaco Stefano Giaquinto poiché si è assunto il merito di allargare gli orizzonti dando un’opportunità ai soggetti che operano nelle nostre terre. Questa nuova stagione rappresenterà una svolta per la nostra economia” dichiara Francesco Maria Rubano, sindaco di Puglianello. “Spesso gli attori della governance multilivello spesso ci esortano a ragionare insieme, e questa volta ci siamo riusciti: siamo riusciti a uscire dalla logica del campanile” ha detto Stefano Lombardi, sindaco di Piana di Monte Verna. “Veniamo da una pandemia che ci ha veramente devastati, non esiste più il “singolo” ma bisogna collaborare affinché tutto il territorio risorga” aggiunge, Annalisa Izzo, presidente del consiglio comunale di Castel Campagnano. Nel corso dell’evento sono stati portati i saluti delle comunità di Ruviano e Amorosi, anch’esse sede della kermesse.

La Fiera della Maddalena si tiene dagli albori dell’era cristiana, quando la Diocesi di Caiazzo estendeva la sua giurisdizione ecclesiastica su trentasei casali. La Chiesa ed i signori feudali di Caiazzo avevano fissato per il 22 luglio di ogni anno, festa di Santa Maria Maddalena, molto venerata dai caiatini, il giorno della riscossione delle tasse e la consegna del raccolto. Migliaia di persone, quindi, si muovevano dai casali verso Caiazzo insieme alle loro famiglie, con derrate, bestiame e mercanzie per dar vita ad una fiera che nel 2022, si rinnova tra storia e tradizione.

Autenticati