Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 348

Villaggio dei Ragazzi - Fondazione Villaggio dei Ragazzi - Don Salvatore  D'Angelo Villaggio dei Ragazzi

Pubblicati anche quest’anno i dati elaborati dalla Fondazione Agnelli: Le Scuole Superiori di II grado della Fondazione Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore d’Angelo” (Istituti Tecnico Industriale, Istituto Tecnico Aeronautico, Istituto Professionale Alberghiero e Liceo Linguistico) tra le migliori scuole di settore nella c.d. classifica Eduscopio 2021.

 Uno degli obiettivi di questo report è quello di supportare i ragazzi e le loro famiglie nella scelta dell’indirizzo di studio una volta chiuso terminate le Scuole medie, nonché di indicare gli istituti, nell’area di residenza, che preparano meglio agli studi universitari e consentono un accesso più diretto al lavoro post diploma. Da questi dati emerge inequivocabilmente che l’Istituto Professionale Alberghiero “Villaggio dei Ragazzi” è la miglior scuola di settore della provincia. Il Liceo Linguistico  è il secondo tra le migliori scuole del settore sempre della provincia mentre gli Istituti Tecnici (Industriale e Aeronautico) ottengono un piazzamento a dir poco lusinghiero, supportato da una spiegazione: investire sull’innovazione e sui rapporti con le aziende. “Siamo, secondo questo report, tra le migliori Scuole di settore e ciò grazie ad un’offerta formativa in gradodi sviluppare nei nostri studenti competenze di livello elevato fortemente ricercate dal mercato del lavoro, oltre che di indirizzarsi senza difficoltà verso variegati percorsi di studio e di vita” - ha commentato il dott. Felicio De Luca, Commissario Straordinario dell’Ente maddalonese”.

Autenticati