Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 400

VACCINO ANTI-COVID: COMPLETATE LE OPERAZIONI DI SOMMINISTRAZIONE DELLA  PRIMA DOSE CON UN'ADESIONE DI OLTRE IL 90% | A.O.S.G. Moscati

Un bollettino nero per l’Irpinia che vede il tasso di positività al Covid 19 salire al 12% e conta ben cinque vittime in meno di ventiquattro ore. Nei reparti Covid dell’azienda ospedaliera “Moscati” non c’è stato nulla da fare per cinque pazienti, che portano il totale delle vittime irpine del virus dal primo settembre ad oggi a quota 307.

Nella tarda serata di ieri è deceduta nella terapia subintensiva del Covid Hospital dell’Azienda Moscati, una paziente di 87 anni di Avellino, ricoverata dal 28 aprile. In mattinata nulla da fare per un paziente di 59 anni di Montella, ricoverato dal 21 aprile e in terapia intensiva dal 28, e un paziente di 67 anni di Solofra, ricoverato dal 16 aprile e in terapia intensiva dal 26. Stesso destino per un paziente di 59 anni di Ospedaletto d’Alpinolo, ricoverato dal 25 aprile e in terapia intensiva dal 2 maggio, e un paziente di 76 anni di Candida, ricoverato dal 13 aprile nella terapia subintensiva del Covid Hospital. Sul fronte contagi su 512 tamponi analizzati nelle ultime ventiquattro ore, sono 65 i nuovi contagi registrati dalla Asl di Avellino. Pochi i tamponi analizzati, come sempre accade nel weekend, ma significativo l’aumento del rapporto tra test e nuovi positivi che si attesta addirittura di un punto sopra la media regionale di oggi che è dell’11%.

Autenticati