Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 372

Linea d'Ombra Festival-CortoEuropa Competition - FilmFreewayCon il 2020 Linea d’Ombra Festival taglia l’importante traguardo dei 25 anni di storia. Un percorso lungo cinque lustri e con un albo d’oro di film vincitori che ha abbattuto ogni confine geografico. In questo tempo di necessario “stop” alle rassegne, ai festival e agli eventi culturali, LdO ha deciso di pubblicare da oggi (giovedì 9 aprile 2020) i primi cinque video che hanno partecipato alla 24esima edizione. Un catalogo di produzioni che di settimana in settimana si amplierà, ospitando in un’apposita pagina  del sito (www.lineadommbrafestival.it) - #iorestoacasaconldo - 30 film dello scorso anno,

i cui diritti sono stati concessi dagli autori a Linea d’Ombra Festival. Ad essere on line da oggi: Elevator to the Top Floor,  di Nikita Litvinov, CortoEuropa, Russia 2019; Shell,      di Anna Ozar, CortoEuropa, Russia 2019; Genericamente, di Giulio Neglia, CortoEuropa, Italia 2018;Vessels of Destiny, di Franie-Éléonore Bernier, CortoEuropa, Francia 2019; Life Time, di Carlos Escutia e Ramón Mascarós, VedoAnimato, Spagna, 2018. “Stiamo tutti vivendo una delle pagine più difficili della storia recente, la pandemia che si è diffusa in tutto il mondo sta mietendo migliaia di vittime – è la riflessione di Peppe D’Antonio, Boris Sollazzo e Luigi Marmo i tre direttori artistici- Il sistema mondo sembra sul punto di fermarsi o rallentare il proprio corso. Sono chiusi negozi fabbriche, scuole, moltissime attività segnano il passo o sono bloccate dai governi dei paesi toccati dal virus. Sono ferme da molto tempo tutte le attività legate alla cultura e allo spettacolo, cinema, teatri, club, librerie, rimandati o cancellati eventi come mostre, festival o rassegne. Con un danno enorme per tutti quelli che di queste attività vivono e producendo un vuoto di senso per chi di queste cose arricchisce la propria vita”. Immaginando un futuro prossimo, aggiungono: “vogliamo essere ottimisti, lanciare il cuore di là dall’ostacolo e, a dispetto di tutto, annunciare che la venticinquesima edizione del festival si svolgerà a Salerno dal 23 al 31 ottobredel 2020, negli spazi della Sala Pier Paolo Pasolini, di Palazzo Fruscione e del Cinema Fatima.  Sarà un festival che conferma la propria vocazione alla ricerca e all’innovazione, che punta sulla qualità della proposta e della squadra chiamata a realizzarla, un festival che sarà, se ci sarà consentito, una gioia per gli occhi e la mente, un abbraccio contro tutte le distanze”.

Autenticati