Risultati immagini per GIUSEPPE ESPOSITO NOIR

Proseguono gli appuntamenti di “Salotti letterari da…Mare”, Giovedì 29 Novembre, ore 19.00, allo Yachting Club di Salerno. Nel corso della serata, inserita nell’ambito delle iniziative della XIII edizione di ..incostieraamalfitana.itFesta del Libro in Mediterraneo, e in collaborazione con lo stesso Yachting Club, l’Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere di Salerno,spazio alle indagini dei commissari Esposito e Ruffo, nati dalla penna del giallista, un pò partenopeo e un pò salernitano, Giuseppe Esposito, e ad un viaggio in una Costiera di…immagini attraverso gli scatti del fotografo, un pò costierasco e un pò cavese, Armando Montella.

Giuseppe Esposito ha all’attivo diversi “gialli” e “noir” in cui protagonisti sono alcune figure di commissari di polizia: Esposito, Ruffo, Acquaviva. E così come nei precedenti anche gli ultimi due, “Processo a Favale”, indagine su un duplice omicidio nella Lucania del Rinascimento, e “Metamorfosi di un Podestà”, editi entrambi dalla Stamperia del Valentino, non raccontano solo una vicende delittuosa in un determinato luogo e in un determinato momento, ma lo fanno a partire da un’analisi ben precisa della criminalità per raccontare storie di ampio respiro.

L’appuntamento allo Yachting Club sarà anche l’occasione per presentare il nuovissimo romanzo di Giuseppe Esposito, “Per un antico amore”, pubblicato da LFA Publisher. Un confronto con le proprie radici. Rapporto difficile, ma se queste radici affondano nell'humus di Partenope la cosa diventa davvero complicata. Napoli è città matrigna, ti attira e ti respinge. Ti lega a lei da una amore viscerale ma poi ti spinge via nel mondo. Se vuoi trovare le tue chances devi partire, lottare in un mondo sconosciuto, lontano dalla tua patria. Anche il protagonista di questo romanzo, come tutti quelli che lo hanno preceduto ed i tanti che lo hanno seguito è andato via subito dopo la laurea, tanti anni prima. Ha raggiunto il successo nella professione, ha conosciuto altri paesi, altre genti, ma ha vissuto come un apolide. Mai è riuscito a mettere radici altrove. Ora dopo un'intera vita trascorsa in giro per il mondo ha l'occasione di poter tornare. Decide di cogliere l'occasione. Sale su un aereo e torna a Napoli, la sua città mai dimenticata. Tuttavia dal momento in cui rimette piede in città si rende conto che non è facile come aveva pensato.

Dalla ricerca delle radici a quella del “bello” di “Sussurri amalfitani. Voci e suggestioni del mare” di Armando Montella, edito da Areablu. Chi possiede un'anima romantica continua a nutrirla generosamente con i panorami unici della Divina Costa. Non fa meraviglia che anche nella nostra epoca i "ritrattisti" della Costiera Amalfitana siano numerosi ed eterogenei. Pittori, scultori, fotografi professionisti e dilettanti, utilizzatori di costose macchine fotografiche o di semplici telefoni cellulari, tanto diversi per talento e metodo e tanto amorevolmente uniti per il tema da loro raffigurato. Armando Montella è uno di questi. Le immagini di questo libro fotografico sono frutto di grande ricerca e passione smisurata. Nel suo meticoloso lavoro non vi è la semplice cattura di paesaggi che basterebbero già a se stessi per essere definiti straordinari. Non vi è lo "scatto al volo" di uno scorcio o di un panorama, ma uno studio ponderato, talvolta del dettaglio, talvolta

Con gli autori ne parla Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it.

L’evento sarà aperto dai saluti di Diana De Bartolomeis, vicepresidente dello Yachting Club Salerno.