Si arricchisce sempre più il programma dell’ottava edizione del Premio Fabula, evento artistico-letterario dedicato ai ragazzi, nato nel 2010 allo scopo di stimolarne la creatività e la fantasia principalmente attraverso la scrittura di favole fiabe e racconto ed il confronto con esponenti del mondo dello spettacolo, delle istituzioni, dello sport e dell’imprenditoria.

La nuova edizione, in programma dal 1 al 6 settembre a Bellizzi, sarà inaugurata da Giobbe Covatta. L’incontro con l’attore, comico e scrittore italiano sarà anche l’occasione, per i giovani creativi, di approfondire le tematiche legate alla solidarietà ed all’integrazione, da anni al centro delle attività di Covatta, testimonial di Amref e Save the Children. L’anteprima che si terrà nel pomeriggio di venerdì 1 settembre, sarà dedicata a un dibattito su istituzioni, legalità e giustizia insieme a Filippo Spiezia, magistrato e membro italiano di Eurojust, organismo istituito per sostenere e rafforzare il coordinamento e la cooperazione tra autorità nazionali nella lotta contro gravi forme di criminalità transnazionale che interessano l’Unione Europea. Grazie alla neonata collaborazione con l’associazione salernitana Trumoon, il 5 settembre, l’ottava edizione di Fabula potrà contare su un laboratorio dedicato al fumetto tenuto da alcuni tra i più importanti illustratori italiani. Pennarelli, fogli bianchi e tanta fantasia tra veterani dell’illustrazione e nuove leve che mostreranno ai giovani creativi come nasce una delle più diffuse ed apprezzate forme d’arte e narrazione. Le riflessioni sui temi di grande attualità, riprenderanno prima del gran finale, mercoledì 6 settembre, con un laboratorio tenuto da Ma Basta, associazione contro il bullismo nata da un’idea degli studenti della II A dell’istituto Galilei – Costa di Lecce che insieme a giovani e giovanissimi hanno deciso di girare l’Italia per spingere le vittime a denunciare e far comprendere ai bulli che le loro azioni possono avere ripercussioni gravissime nelle vite di chi non ha la forza di affrontarli per venirne fuori. Come ogni anno, i laboratori pomeridiani sulla parola che avranno inizio alle 15 saranno tenuti da Ivano Montano, Aniello Nigro e Tina Galanomentre l’area incontri, attiva dalle 17, sarà affidata a Concita De Luca.