Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 75

Nicola Caputo europarlamentare 2

Occorrono canali preferenziali dedicati al finanziamento di stazioni di sperimentazione sul campo di pratiche che abbiano già dimostrato la loro efficacia in vitro o, meglio ancora, in ambito fitosanitario.

Esistono, per esempio, pratiche come quelle sperimentate sulle viti californiane, che potrebbero essere immediatamente testate anche sugli ulivi. Al riguardo ho presentato un progetto pilota e mi aspetto che la Commissione risponda positivamente alle esigenze di un settore e di un territorio devastati. – Lo ha dichiarato Nicola Caputo, Parlamentare europeo del PD gruppo S&D, nel corso del suo intervento (One Minute Speech) al Parlamento europeo di Strasburgo. – Dinanzi alla drammatica situazione determinata dalla xylella fastidiosa sugli ulivi secolari in Puglia, – precisa Caputo -  la Commissione europea, pur dovendo vigilare sulle eradicazioni ritardate dalla dissennata azione di improvvisati esperti, non può e non deve solo limitarsi a stanziare fondi a favore di agricoltori e relative organizzazioni di categoria. Questo non basta. E’ necessario trovare soluzioni per arginare la diffusione del batterio – conclude Nicola Caputo - senza dimenticare, però, prima che sia troppo tardi, di destinare attenzione e risorse alla riqualificazione paesaggistica e produttiva delle aree del Salento, ormai prossime alla desertificazione”.

Autenticati