P 20180609 220320 1

IL NOSTRO INVIATO AMEDEO FANTACCIONE

Tutto è cominciato 40 anni fa, quando un gruppo di studenti capeggiati dal proprio professore di religione decisero di percorrere in pellegrinaggio la strada che da Macerata porta a Loreto.

Si trattava di un tributo di fine anno, che i giovani liceali intedevano porgere alla madonna, forse solo, per guadagnarsi “indulgenze scolastiche”. Da quel nugolo di ragazzi arriva una vera e propria mistica semenza.

In 40 anni, la marcia diventa un’istituzione e nel 1993 San Giovanni Paolo II istituzionalizza l’appuntamento.

Questa notte per la strada che inerpica da macerata a loreto, c’è anche un grosso pezzo di campania. Dalle provincie di benevento, caserta,napoli, salerno e avellino sono stati tanti i pellegrini che si sono incammianti con ogni mezzo per raggiungere lo stadio di Macerata, dove, come di consueto, è partita la marcia. Una lunga notte di canti e di preghiere ma soprattutto di cammino, porterà i pellegrini alla loro meta.

Il tema di quest’anno ripercorre le problematiche dellla filosofia classica: Cosa stai cercando? , è la domanda che si pongono i pellegrini. La stessa a cui hanno cercato di dare risposta, nei secoli, in tanti i filosofi. La domanda non rimane inevasa per chi si incammina questa notte alla ricerca di una dimensione religiosa ma anche sociale, che non dimentica i temi degli ultimi, dell’accoglienza e del bisogno di pace.