Risultati immagini per ANTONIO MARCIANO PD

"Il Pd deve provare a fermarsi a riflettere a lungo. Abbiamo corso troppo, abbiamo attraversato stagioni di congressi veloci, non ci siamo soffermati sufficientemente a riflettere sul risultato del referendum costituzionale del 4 dicembre, sui risultati delle amministrative, che ci hanno visto perdere in città importanti, come Torino, Roma e Napoli, e sull'ultimo voto del 4 marzo, per comprendere le radici profonde dei motivi dello scollamento tra una grande forza politica popolare e riformista come il Pd e fasce larghe della società".

E' quanto ha affermato il consigliere regionale del Pd Antonio Marciano. "Abbiamo bisogno di fermarci e discutere, andare a fondo sulle tante criticità che ci hanno riguardato e spero che l'Assemblea di sabato serva a questo, abbiamo bisogno di un tempo lungo, almeno un anno, di un Congresso nazionale da celebrare dopo le elezioni europee e, in questo anno, ricostruire un partito che troppo spesso si è mostrato in ritardo rispetto a segnali di sofferenza sociale, all'avanzare di vecchie e nuove povertà, di forme insostenibili di disuguaglianza, nonostante i rilevanti provvedimenti, che hanno riguardato soprattutto il Sud, approvati dai Governi a guida Pd, dobbiamo ricostruire il partito anche sul piano organizzativo, nel Paese, nel Sud, in Campania, nell'area metropolitana di Napoli, dove ci cono gruppi dirigenti che sono figli di logiche di fedeltà a capi, capetti e notabilati e non di lealtà al progetto. La gente lo ha visto bene e anche per questo ci ha giudicato. Dobbiamo ricostruire una comunità e darci, per questo, un tempo più lungo. Dobbiamo riflettere prima ancora di tornare a contarci" ha concluso il consigliere regionale del Pd Antonio Marciano.