servizio di NICOLA ARPAIA

Risultati immagini per Luigi Cirillo,

«Non tutti sanno che la Regione Campania ha messo a disposizione delle persone disabili uno sportello che, negli annunci urbi et orbi, dovrebbe essere di facile fruibilità per gli interessati.

L’hanno battezzato SpiDi, acronimo di Sportello informativo per la Disabilità, ma di ‘informativo’ ha ben poco. A cominciare dall’accesso alle informazioni che in esso non sono affatto contenute. Basta cliccare sulle diverse sezioni, che rimandano a pagine nelle quali, se va bene, ci si imbatte in una sola riga dove c’è scritto ‘Non ci sono articoli in questa categoria’. Nei casi peggiori, la sezione riporta a una pagina con su impresso ‘errore 404 - Categoria non trovata’. L’ennesima presa in giro nei confronti di persone bisognose di assistenza da parte dell’unica Regione in Italia sprovvista di un servizio di sostegno telematico efficiente per le persone con disabilità». E’ quanto denuncia il consigliere regionale Luigi Cirillo, che sulla vicenda ha presentato una segnalazione alla Commissione Speciale Trasparenza.

«Il nostro obiettivo – spiega Cirillo – non è soltanto quello di far luce sul mancato funzionamento del portale, ma soprattutto di contribuire a renderlo efficiente, raccogliendo anche segnalazioni da parte di persone con disabilità, così da andare realmente incontro alle loro esigenze. Come Movimento 5 Stelle abbiamo firmato una legge sull’istituzione del Garante dei diritti dei disabili. Inoltre, abbiamo proposto la creazione di un tavolo permanente composto da associazioni, rappresentanti della Giunta regionale e membri del Consiglio regionale, oltre che dallo stesso Garante, che ogni sei mesi si riunisca per confrontarsi e monitorare le attività istituzionali per garantire diritti e dignità alle persone con disabilità. Il nostro impegno sarà ora concentrato nell’attivazione di un vero sportello informativo, di facile accessibilità, perfettamente funzionante, che sostituisca questa scatola vuota».