Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 167

Risultati immagini per RAGAZZA STUPRATA ALLA CIRCUMVESUVIANA DI SAN GIORGIO

“Stiamo ricevendo adesioni da tutta Italia. Sono molte le associazioni e i comitati che si costituiranno parte civile nel procedimento a carico dei tre responsabili dello stupro nella stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano.

L’obiettivo è non far sentire sola la vittima nella battaglia per ottenere giustizia”. Lo afferma l’avvocato Angelo Pisani. Tra le associazioni che hanno aderito c’è Caramella Buona che da anni è attiva in difesa delle vittime dei sex offender. “Ci teniamo a costituirci parte civile – afferma il presidente di Caramella Buona Roberto Mirabile -, è giusto far sentire la nostra vicinanza alla ragazza. Ci hanno ferito molto gli applausi dei genitori ai tre accusati. E’ stata una scena disgustosa. Purtroppo in alcuni casi c’è chi è pronto a tutto pur di difendere i propri rampolli”.
L’avvocato Pisani sta valutando, in collaborazione con i Verdi, l’opportunità di un’azione legale avversa proprio ai soggetti che hanno applaudito e incoraggiato i tre accusati. “Occorre dare un segnale forte per far capire ad alcuni soggetti che, dinanzi ad alcuni crimini, non esistono giustificazioni. Gli ambienti vicini ai responsabili - afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - hanno cercato di ridimensionare il fatto, arrivando addirittura ad applaudirli e incoraggiarli. Un atto gravissimo che offende le coscienze delle persone perbene. Per quanto riguarda il procedimento a carico dei tre siamo felici della costituzione di parte civile da parte delle associazioni. Affiancheremo la ragazza, non la lasceremo sola in un momento così difficile”.

Autenticati