Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 210

Risultati immagini per Med Blue Economy NAPOLI

Si terrà a Napoli dal 14 al 16 febbraio al Teatrino di Corte di Palazzo Reale la Med Blue Economy, manifestazione organizzata dalla Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico (C.I.S.E.) per promuovere la internazionalizzazione delle imprese italiane nei paesi del Mediterraneo.

Nel corso della convention, giunta alla terza tappa dopo La Valletta e Tunisi, verranno illustrati i progetti volti a favorire investimenti, attrarre capitali esteri e assistere le imprese intenzionate a internazionalizzare la propria attività. Nello specifico, come evidenziato dal Presidente CISE, avv. Giuseppe Romano: “Si tratta di un forte impegno per supportare le nostre imprese all’estero, per trovare capacità di investimento e garantire loro le condizioni migliori. Tra i passi concreti compiuti, c’è l’attivazione a Malta di un primo ASI Point internazionale, per assicurare alle imprese un punto di riferimento per l’assistenza burocratica ed ogni altra tutela. Analoghi accordi sono stati avviati anche con la Tunisia, individuando le zone idonee per i nuovi insediamenti industriali e l’apertura di ben tre CISE Point. Nella nostra strategia operativa il Mediterraneo è una ‘macro-regione’ dove far rivivere il concetto di “mare nostrum” e veicolare prodotti mediterranei d’eccellenza, ben consapevoli che il miglior mezzo per la logistica è proprio il nostro mare. Inoltre – ha aggiunto Romano – con la Regione Campania ed i tre Consorzi associati - ASI di Napoli, di Caserta e del Sud Pontino, sfrutteremo la prima ZES (Zona Economica Speciale) d’Italia, insediata appunto in Campania, per connetterla in sinergia con le zone franche del Mediterraneo, a cominciare da quella di Biserta in Tunisia, o di Freeport a Malta, dando così pratica attuazione agli accordi che abbiamo già sottoscritto a livello internazionale”.  

Alla convention di Napoli saranno presenti il Presidente della Giunta della Regione Campania, Vincenzo De Luca, l’Assessore alle Attività Produttive della Regione Campania, Antonio Marchiello, il Segretario della Camera di Commercio Italo-maltese, Denis Borg, il Console della Repubblica di Tunisia a Napoli, Beya Ben Abdelbaki, il vice Ministro degli Interni libico, Ahmed Barka ed il Presidente del porto di Alessandria d’Egitto, Medhat Attia, oltre ai Presidenti degli Ordini professionali di Napoli che hanno deciso di patrocinare l’evento.   

Prevista anche l’illustrazione del Progetto pilota del PON Legalità 2014/20 “ASI…cura”, che vede il Consorzio di Napoli soggetto attuatore per garantire la sicurezza delle aree industriali.   “Il Ministero degli Interni – ha spiegato Romano - ci ha riconosciuto quale soggetto attuatore di un PON che vale 92 milioni di euro e che coinvolge cinque regioni meridionali. Una sfida impegnativa che raccogliamo grazie al prestigio di soci come Eurispes ed Universitas Mercatorum, che ci permetteranno di fare ricerca e formazione qualificata.”

Autenticati