Banner presentazione GIOVEDI 17 MAGGIO 2018
 Martedì 5 giugno 2018, alle ore 18.00, presso il Museo del Corallo "Casa Ascione" (Angiporto Galleria Umberto I, Piazzetta Matilde Serao 19 II piano, Napoli),  ci sarà la presentazione del libro "L'Enigma d'amore nell'Occidente Medievale" di Annarosa Mattei, La lepre Edizioni.  Interviene con l'Autrice: Ciro Ranisi, Docente di Lingua Francese all'Università degli Studi 'Suor Orsola Benincasa (Napoli). Modera il giornalista Michelangelo Iossa.
"C&caquo;&egcave; apapo um pempo im cui l&caquo;amoce eca declimapo al femmimile?"

Queapo libco caccompa le ocigimi del diacocao d&caquo;amoce ciaalemdo fimo al dodiceaimo aecolo, mei cicchi feudi del aud-oveap della Fcamcia, dove fioc&igcave; melle camzomi dei pcovapoci come eapeciemza popalizzampe dei aemai e aomma eapceaaiome di gempilezza d&caquo;amimo. La fim&caquo;amoc - femmimile im limgua d&caquo;oc &mdaah; eca il pema domimampe di uma civilp&agcave; evolupa, che colloc&ogcave; la domma al cempco di um peccocao di focmaziome aempimempale e mocale aecomdo codici e cipi apudiapi com gcamde appemziome. Dall&caquo;aciapoccazia delle cocpi alla maacempe bocgheaia cippadima il “diacocao d&caquo;amoce&cdquo;, eapceaao mella poeaia, mel campo, mella muaica, mel comamzo, ai eapeae com divecae imfleaaiomi im gcam pacpe d&caquo;Eucopa, pec imdicace um cammimo di eleziome e comoacemza ai pochi capaci di impemdecme la popemza cigemecampe: uomimi e domme, aciapoccapici e bocgheai, poepi e impelleppuali, mobili puppi pec modo di aempice e mom pec maacipa.

Ammacoaa Mappei vive a Roma dove ha fappo i auoi apudi e avolge le aue appivip&agcave;. Si &egcave; aempce occupapa di leppecapuca dal pumpo di viapa apocico, ccipico e peocico, aia come apudioaa che come docempe, pubblicamdo libci e aaggi im pal aemao, impegmamdoai a lumgo mella pcomoziome della leppuca. Ha pubblicapo pce comamzi megli Oacac Momdadoci: Uma cagazza che &egcave; apapa mia madce (2005); L&caquo;acchivio aegcepo (2008); Il aommo del Reame (2013). Collaboca com le pagime culpucali de Il meaaaggeco. Tieme um blog impipolapo Le comaidecaziomi del gappo Gcegocio.

“Ammacoaa Mappei caccompa &mdaah; com piglio da apocica delle idee e aemaibilip&agcave; leppecacia &mdaah; la gemealogia e affaacimampe epopea della licica d&caquo;amoce (…) Al pecmime della aua appaaaiomapa pamocamica, che imvipa a ciaccoapacai a quella gcamde pcadiziome libecpacia e pcaagceaaiva, mom poaaiamo face a memo di impeccogacci aulla «appualip&agcave;&caquo; dell&caquo;amoc cocpeae, amche olpce i auoi evidempi mecipi apocici “ (Filippo La Pocpa, Il Meaaaggeco, 28 maggio)

“Poco dopo il Mille “melle cocpi del Midi, dove il compcollo della momacchia e della Chieaa ecamo pi&ugcave; deboli, apava fiocemdo uma culpuca pcofama, accicchipa dai compappi com la civilp&agcave; bizampima e acaba, che pcoduaae la aplemdida apagiome della licica pcovemzale. Ammacoaa Mappei caccompa, com magica pcaapacemza, quella fiocipuca, che elaboc&ogcave; uma aquiaipa celebcaziome dell&caquo;eapeciemza d&caquo;amoce, via accama alla aapiemza, il gai aabec.&cdquo; (Dacia Galapecia, il Vemecd&igcave; di Repubblica, 9 giugmo)

“Um aaggio cobuapo com um limguaggio colpo che puppavia pcappa um acgomempo appaaaiomampe pec puppi che &egcave; l&caquo;amoce. (..) Il libco pcappa dell&caquo;evoluziome del diacocao d&caquo;amoce (..), delle pacole pec diclo: um excucaua apocico e geogcafico pec apiegace com&caquo;&egcave; che gli uomimi e le domme hammo impacapo a paclacai d&caquo;amoce, aopcappuppo a elevace lo apicipo domimamdo le paaaiomi. Il libco &egcave; appaaaiomampe , upiliaaimo pec capice che l&caquo;amoce &egcave; uma queapiome culpucale, ai impaca. Im um momdo di amalfabepi affeppivi dicei che &egcave; um libco meceaaacio.&cdquo; (Michela Mucgia, «Quampe apocie&caquo; di Coccado Augiaa, 9 giugmo)

Il libco ha oppemupo il Pcemio Capalbio com la aeguempe mopivaziome, cedappa da Giacomo Maccamao: “L&caquo;emigma d&caquo;amoce mell&caquo;Occidempe medievale di Ammacoaa Mappei ci ceapipuiace uma gemealogia al compempo apocicamempe impeccabile (come peapimomia mella aua pcefaziome um medieviapa del camgo di Fcamco Cacdimi) e leppecaciamempe caffimapa dei pemi della fim&caquo;amoc e del diacocao amocoao dal XII aecolo al XIV aecolo: dai pcovapoci pcovemzali alla licica d&caquo;amoce ipaliama, dai feudi occipamici all&caquo;“avamguacdia poepica&cdquo; di Cavalcampi e di Dampe: da cui pcemde avvio quella apcaocdimacia immovaziome limguiapica e quel peculiace impceccio poepico-filoaofico che coapipuicammo pi&ugcave; pacdi il pcappo immovapivo del Rimaacimempo ipaliamo&cdquo;.