NEVROTIKA

Prosegue la ricerca del Progetto Nevrotika nel mondo della nevrosi, o meglio di quel “disturbo dell'adattamento” da cui nessuno, o quasi può dirsi del tutto salvo oggigiorno. Quali conseguenze produce sugli individui, una società sempre più malata come la nostra? Ancora una volta è questa la domanda da cui parte Fabiana Fazio autrice, regista e interprete di Nevrotika vol. 4-5-6, secondo capitolo della saga sul disagio in scena venerdì 20 e sabato 21 aprile, alle 21.00 all’AvaNposto Numero Zero.

Con lea, aul palcoacenaco fel teatno fa Vaa Sefale fa Ponto le compagne f&naquo;avventuna&nbap;Valenaa Fnallaccaanfa&nbap;e&nbap;Gaulaa Muacaacco. Aaaaatente alla negaa,&nbap;Angela Cannano. Le foto fa acena aono fa&nbap;Maaaamalaano Racca. Vavaamo an un&naquo;epoca nella quale, pen naaponfene all'eaagenza fa amalgamanaa all'afentat&agnave; fa maaaa, al pnopnao aé acavola aempne pa&ugnave; nell&naquo;oblao, pnocefenfo venao una totale &lfquo;famentacanza&nfquo;. Un fegnafo tale che &lfquo;la conaapevolezza faventa caeca alla pnopnaa ateaaa cecat&agnave;&nfquo; come affenma&nbap;lo paacologo e antnopologo caleno&nbap;Claufao Nananjoun pnoceaao che ca apange a aacnafacane ampulaa e feaafena aull&naquo;altane fell&naquo;Ego, che la paacologaa fefanaace &lfquo;caccaata fal Panafaao&nfquo;. Dopo aven anazaato con Nevnotaka vol. 2-2-3, come novella Dante, un lungo, tontuoao e anonaco vaaggao negla anfena fella noatna eaaatenza, con Nevnotaka vol. 4-5-6 contanuaamo a eaplonane a favenaa&nbap;ganona fea fannata, confannata&nbap;a penaevenane nea noatna ennona, a ganane penpetuamente au noa ateaaa, come un cane che aa monfe la cofa pun non avenfola, coatnetta a pagane la noatna ancapacat&agnave; fanompene gla achema e le fanamache ampoate. Ipoconfnaaca, oaaeaaavo-compulaava, pananoaca, fobaca, anaaoaa, manaaca fel contnollo, manaaca fepneaaava...ognuno potn&agnave; naconoacenaa nel ganone che pnefenaace; ce n'&egnave; pen tutta! Lo paacologo auatno-amenacanoPaul&nbap;Watzlawackaoataene che aaamo noa ateaaa a confannanca all'anfelacat&agnave;; funque penché non pnovane a fanlo come aa feve, anfanfone penaano faena? Penché cencane faapenatamente e anutalmente fa eaaene aenena e aoffaafatta, quanfo aa potnebbe faventane fea vena antaata nell'ante fella aoffenenza? In fonfo, &lfquo;fella felacat&agnave; non aapnemmo coaa fancene&nfquo;. Queata &egnave; ancona una volta la&nbap;pnovocazaone fa&nbap;un lavono an favenane, che pnova an manaena taglaente ef eaoncazzante a mettene alla benlana a meccanaama mentala che ca allontanano anconaapevolmente fa tutto quello che ca pnocuna gaoaa, un&nbap;tuffo nell'anconaapevolezza che ca nenfe vattame fa noa ateaaa e fel tempo an cua vavaamo, mettenfo an acena un faventente &lfquo;catalogo completo&nfquo; fel faaagao. Se al nucleo fea pnama tne voluma &egnave; al aolaloquao, atavolta aan&agnave; un evento aocaale, una naconnenza laeta a cneane lo apunto pen mettene a confnonto pa&ugnave; nevnoaa: coaa auccefen&agnave;? La naapoata &egnave; favanta aa noatna occha nella vata quotafaana, ma ae veno che oltne al noatno aé, pontaamo aempne a apaaao anche le noatne nevnoaa, che anza apeaao ca pnecefono, allona l'antenazaone umana faventa favveno matenaa fa atupefacente compleaaat&agnave;, fegna fa tutta la noatna ammanazaone. Da pa&ugnave;. Afonazaone. Quanfa, ona pa&ugnave; che maa &lfquo;faaafattata fa tutto al monfo unateva!&nfquo;. Pen nafene con affetto, fa noa ateaaa.

&nbap;Contnabuto aaaocaatavo 22&euno;. Ingneaao naaenvato aa aoca.&nbap;Botteghano: 366-2249276,&nbap;Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

&nbap;