Servizio di GABRIELE SCARPA

Risultati immagini per PIETRO LANGELLA

A  seguito dei numerosi incendi che hanno colpito il parco del Vesuvio, i danni riportati dal sentiero 'La Strada Matrone' ne impediscono il transito rendendo così inaccessibile il varco sud-est del cratere. Lo scrive, in un'interrogazione rivolta al ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, il senatore del gruppo Ala-Sc (Alleanza LiberalPopolare Autonomie-Scelta Civica) Pietro Langella.

<A distanza di oltre due mesi -  spiega il parlamentare - il Consiglio direttivo del parco non ha posto in essere alcun intervento di ripristino della pavimentazione> circostanza, questa, che ha provocato <una difficile crisi, dal momento gli operatori che svolgevano il proprio servizio sulla Strada Matrone (accompagnamento dei turisti, biglietteria, trasporto, etc), sono rimasti inoccupati e privi di reddito>. <L'ente Parco - aggiunge Langella - è rimasto inerte mentre nessuna notizia è pervenuta, fino ad oggi, in merito all'ubicazione dei nuovi bus ecologici e dei vecchi 'unimog' dati in gestione ad una cooperativa privata per accompagnare i turisti sulle pendici del Vesuvio>. Nel frattempo, rincara la dose il senatore di Ala-Sc <il Comune di Ercolano, che ha avuto in comodato d'uso dalla Città metropolitana l'ultimo tratto di strada che porta al cratere e gestisce il flusso dei visitatori con ordinanze riguardanti l'accesso al Gran Cono, trae un vantaggio esclusivo anche di natura economica da tale situazione>. <Val la pena evidenziare - sottolinea Langella - il nocumento che subiscono gli accessi al cratere non solo del Comune di Boscotrecase, ma anche di Boscoreale, Ottaviano, Terzigno e Somma Vesuviana>. Da qui la domanda rivolta al ministro per sapere, dice Langella: <quali azioni intenda porre in essere nei confronti del  Parco al fine di garantirne l’efficienza, l’efficacia e il corretto svolgimento dei suoi compiti e se non ritenga necessario venire incontro alle esigenze del territorio che imputano alla inagibilità della 'Strada Matrone' l'acuirsi della crisi economica>. Langella chiede infine a Galletti di conoscere <quali iniziative intenda intraprendere affinché i Comuni con strade di accesso al Gran Cono possano godere delle stesse opportunità oggi offerte ad Ercolano>.