Risultati immagini per CARDINALE SEPE

Si terrà a Pompei, martedì 20 giugno, il secondo dei tre appuntamenti organizzati dalla Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia (Faci) per celebrare il centenario della sua fondazione. Il Convegno sarà l’occasione per riflettere sulle sfide che il contesto attuale impone ad un’associazione che conta 10mila tesserati tra vescovi, preti e diaconi e offre loro assistenza in campo giuridico, tributario,  previdenziale, tecnico-ingegneristico e architettonico.

La Faci continua a lavorare, nel solco dell’impegno in difesa dei sacerdoti che all’inizio del secolo scorso attraversavano momenti difficili a causa delle leggi eversive che avevano privato la Chiesa dei suoi beni e dall’anticlericalismo che le accompagnava.
Se all’inizio (sono gli anni del primo dopoguerra) la federazione ha aiutato i preti a sopravvivere, dopo il Concordato del 1929 li ha sostenuti nell’amministrazione dei benefici e poi, con la revisione del 1984, ha collaborato con la Conferenza episcopale italiana per la costituzione dell’Istituto Centrale per il sostentamento del clero. Oggi continua a stare vicino ai sacerdoti nelle loro esigenze pastorali e personali grazie alla sua presenza sul territorio, alla rete di consulenti che offrono il loro servizio presso la sede centrale di Roma, all’impegno dei suoi rappresentanti all’interno del Fondo clero dell’Inps, e anche con la rivista “L’amico del clero”.

Al Convegno, che si terrà al Centro Educativo Bartolo Longo del Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario, sono previsti gli interventi dell’arcivescovo Tommaso Caputo, delegato pontificio, del presidente della Faci, don Francesco Scalmati, e di monsignor Antonio Marangoni, presidente dell’Istituto Diocesano per il sostentamento del clero di Vicenza. Alle12, l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, celebrerà una messa per i partecipanti.