Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 267

170049864 af2ec689 b81d 4b51 b98f 324101279106

di Andrea Petrella 

‘Ti porto a fare un giro a Napoli’, così ‘rappa’ nel brano “Napule” il giovane duo partenopeo Amnesia & Te’Cant, che con l’album “Interno 13” si sta rivelando come una delle novità più interessanti del panorama musicale campano.

Tredici brani che raccontano i sogni e le speranze dei tanti ragazzi che hanno deciso di non arrendersi al buio e al degrado di chi prova a rubare loro la forza di andare avanti, di chi prova ad omologare vite e sentimenti, tra i vicoli della città e le polverose strade di provincia.

Riccardo Maddalena (Amensia) e Antonio Savarese (Te’Cant) hanno messo a nudo la loro anima in questo lavoro - disponibile su Spotify - saccheggiando pensieri e idee dai loro quaderni, anni di riflessioni appuntate e sfoghi fino ad oggi mai gridati.

Il giro a Napoli si concretizza in tutta l’opera, attraverso una musica ipnotica e una timbrica corposa che racconta il bello e il brutto di far parte di una città che si ritrova, suo malgrado, tra colpi di ‘mitraglia’ sparati sulla gente (Intro), in una città che non piange per disprezzo ma con l’orgoglio (Napule) dove il rap per Amnesia & Te’Cant è la strada scelta per dar voce a tutte le persone che credono in loro (Scuordt e me).

Lei mi tocca, Delusioni, Meretrici, Tu Alma, sono solo alcuni degli altri brani di “Interno 13”, che sta conquistando il pubblico che condivide anche sulle piattaforme social - come Facebook ed Instagram - foto e musica dell’album, tra note e rime che esplodono in un crescendo di messaggi positivi e di voglia di riscatto.

Autenticati