Risultati immagini per CONFLAVORO

Lavorare per la semplificazione, puntare al merito, far entrare i CCNL all’interno dell’azienda, superandone la rigidità in vista di un futuro migliore per le piccole e medie imprese. È sempre forte l’impegno di Conflavoro Pmi sulla contrattazione collettiva.

Il prossimo evento dell’associazione di categoria si terrà il 24 febbraio nella sala Elba della Camera di Commercio di Livorno. “CCNL e contratti di secondo livello” è il titolo dell’evento che approfondirà, in particolare, i temi relativi all’Accordo premio di risultato e welfare aziendale. I lavori si apriranno alle 10 con i saluti del presidente di Conflavoro Pmi Livorno Giancluca Centola e del presidente nazionale Roberto Capobianco.  Spazio poi ai professionisti, a partire dal consulente sindacale di Conflavoro Sandro Susini, che interverrà con un’ampia introduzione sul tema della contrattazione collettiva. È poi la volta di A.M. Orazi dell’area legale dell’associazione di categoria, che parlerà di premi di risultato. E infine Enrico Bernini di Family Partner, azienda specializzata nella progettazione e implementazione di piani di welfare aziendale, il quale porterà così la sua testimonianza operativa. “I contratti collettivi di secondo livello – dice Gianluca Centola – sono uno strumento di sopravvivenza delle imprese e garanzia di continuità per il lavoratore stesso. L’obiettivo è quello di sbloccare la produttività puntando al merito realizzando un contratto unico di base per tutte le aziende e valido per tutti i collaboratori ed estendere il campo di applicazione dei contratti a tutte le categorie imprenditoriali dell’industria, artigianato, commercio e lavoro autonomo. Questo evento è un altro step di un percorso a lungo termine – conclude Centola – con il quale il nostro sindacato datoriale intende coinvolgere i professionisti del settore facendo loro conoscere il suo impegno attivo nella semplificazione della contrattazione collettiva”.