Violenza Donne 1

Picchiata e violentata mentre tornava a casa dalla scuola nel primo pomeriggio di giovedì. È quello che è successo a una quindicenne di Vigevano sul treno della linea Milano-Mortara. Dopo le lezioni in un liceo meneghino la ragazza è salita sull’ultima carrozza del mezzo e, dopo la discesa di una compagna alla fermata di Abbiategrasso, è rimasta sola.

Durante il tragitto restante - secondo la sua ricostruzione - è stata avvicinata da due uomini sconosciuti, di origine nordafricana e di circa 25 anni, che l’hanno insultata, colpita con calci e pugni perché chiedeva aiuto e palpeggiata più volte nelle parti intime. Con uno di loro la ragazza ha ammesso di aver avuto contatti social: da qualche mese era stata contatta su Facebook e le richieste di incontro si erano fatte sempre più pressanti. Nessuno è accorso alle grida della studentessa che è riuscita a scappare quando il treno si è fermato in una stazione. Anche i due uomini, a quel punto, si sono dileguati. Una volta arrivata a casa la quindicenne non ha trovato il coraggio di parlarne con i suoi famigliari ma stamattina ha raccontato l’accaduto a due compagne di classe, lamentando nausea e giramenti di testa. Accompagnata alla clinica De Marchi per le medicazioni, è stata ricoverata per la frattura dell’undicesima costola destra e per gli altri traumi subiti e ha riportato una prognosi di trenta giorni. La ragazza rimarrà in osservazione fino a domani. Ieri sera la denuncia alla Polizia.