Suor Gloria Cecilia Narváez Argoti

"La vita continua timidamente nella Diocesi di Sikasso; da un lato la comunità delle Suore Francescane di Maria Immacolata di Karangasso che ha dovuto fermare gli impegni di lavoro, dall'altro le ricerche di suor Gloria, finora senza esito positivo. 

La diocesi di Sikasso vive da allora in sgomento. Tuttavia, Mons. Jean Baptiste Tiama, Vescovo di Sikasso, ci chiede di mantenere la speranza. Noi continuiamo a pregare e abbiamo fiducia nel Maestro della nostra vita. Non dobbiamo stancarci di pregare. Dobbiamo cercare di scoprire cosa vuole dirci Dio in questa avventura ..."

Così il comunicato della Conferenza Episcopale del Mali pervenuto a Fides, informando sul rapimento di Suor Gloria (vedi Fides 18/3/2017).
"E' in questo senso che abbiamo organizzato di celebrare in tutte le diocesi del Mali una messa dopo 100 giorni del rapimento e ricordare Suor Gloria e tutte le persone che vengono rapiti da gruppi armati", conclude il comunicato.
Ricordiamo che l'8 febbraio, una suora colombiana, Suor Gloria Cecilia Narváez Argoti, è stata rapita da uomini armati nel sud del Mali, proprio in una chiesa cattolica a Sikasso.