Donald Trump Uncle Sam

Un nuovo ordine esecutivo sull’immigrazione potrebbe partire già dalla prossima settimana, come una nuova legislazione per imporre un divieto d’immigrazione negli Stati Uniti da alcuni Paesi.

Lo ha detto il presidente americano Donald Trump parlando con i giornalisti sull’Air Force One. “Vinceremo la battaglia”, ha affermato Trump. “La parte spiacevole” – ha proseguito il presidente Usa – è che “ci vuole tempo da un punto di vista legislativo”. La battaglia però – ha sottolineato – sarà vinta: “Abbiamo anche molte altre opzioni, fra le quali anche quella di emettere un nuovo ordine”. Un ordine esecutivo che potrebbe andare a sostituire, sin dalla prossima settimana, quello bloccato dal tribunale californiano. “Potrebbe essere. Abbiamo bisogno di fare in fretta per ragioni di sicurezza. Forse già lunedì o martedì”, ha sottolineato Trump. Il nuovo ordine – ha spiegato – potrebbe includere nuove e più accurate misure di sicurezza. Le verifiche saranno “molto, molto forti, le chiamerei verifiche estreme”, ha detto Trump. “Saremo molto duri sulla sicurezza. Accoglieremo nel nostro Paese persone che vogliono venire qui per una buona ragione”, ha sottolineato il presidente Usa. Secondo fonti della Casa Bianca, Trump avrebbe accantonato l’idea di fare ricorso contro il blocco del suo ordine esecutivo del 27 gennaio scorso che poneva un veto agli ingressi da Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen per 90 giorni e che proibiva gli ingressi per 120 giorni ai rifugiati, mentre per i richiedenti asilo siriani erano stati bloccati a tempo indeterminato.