Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 466

Risultati immagini per NAPOLI CITTA' DEL LIBRO

“Napoli città libro - Salone de libro e dell’editoria” dopo il successo del maggio dell’anno scorso – 20mile visitatori, 110 stand tra enti ed editori da tutta Italia, 300 eventi tra incontri con l’autore, reading, letture teatralizzate, esibizioni artistiche e canore, laboratori per bambini, firmacopie – cambia sede e dal complesso monumentale di san Domenico maggiore si sposta a Castel Sant’Elmo, dal 4 al 7 aprile.

L’evento è organizzato dall’associazione Liberarte, di cui quest’anno fanno parte gli editori Alessandro Polidoro, Diego Guida e Rosario Bianco, e Antonio Parlati dell’Unione industriali di Napoli.

Partner d’eccezione, il Polo museale della Campania e il Mibac.

«Questa fiera del libro si tiene in una delle sedi museali del Polo più prestigiose perché intendo i musei come luoghi del presente, che ospitano quello che la contemporaneità nei diversi campi della cultura offre, compreso ovviamente la letteratura» dice Anna Imponente, direttrice del Polo museale della Campania.

Coordinatrice dell’evento per il Polo museale è Fernanda Capobianco.

«Oltre a incontri con autori di caratura internazionale, nazionale e locale, quest’anno organizzeremo anche incontri professionali. È tutto il mondo del libro e della cultura nel senso più ampio quello che vogliamo coinvolgere, anche per offrire qualche spunto di riflessione, e magari qualche suggerimento, per combattere la chiusura continua delle librerie» dice Diego Guida, anche nella sua qualità di presidente nazionale dei piccoli editori dell’Aie.

Autenticati