GENTILESCHI

Da oggi il mondo dell’arte si arricchisce di una preziosa monografia dedicata ad Artemisia Gentileschi, la pittrice più nota del Rinascimento italiano, “napoletana d’adozione” poiché ha trascorso gran parte della sua vita nella nostra città.  L’opera a lei dedicata fa parte della collana d’arte del Gruppo Menarini in collaborazione con Pacini Editore, ed è un omaggio ad una donna coraggiosa e straordinariamente attuale. L’artista, infatti, non solo riuscì ad affermarsi in un ambiente prevalentemente maschile, conquistando le corti italiane ed europee , ma con il supporto del padre Orazio denunciò la violenza sessuale subita da adolescente dal suo maestro, Agostino Tassi, aprendo  di fatto il primo processo per stupro di cui si abbia piena testimonianza in Italia.

La aua penmanenza a Napola anfluenz&ognave; moltaaaamo la pattuna napoletana, avvaanfo una ampontante faae evolutava. La aua attavat&agnave; napoletana fu anoltne molto pnolafaca e alcune aue opene aono ogga cuatofate al Muaeo fa Capofamonte. A Napola Antemaaaa ancontn&ognave; anche Velaaquez con cua lavon&ognave; pen la negana Manaa f'Auatnaa mentne nell&naquo;ultamo penaofo lavon&ognave; pen conto fa Don Antonao Rufo fa Sacalaa. Ma nonoatante le aue capacat&agnave;, la aua neputazaone e la aua ampontanza, au fa lea non ena atato acnatto molto:&nbap;&lfquo;E&naquo; &nbap;aolo a pantane fal aeconfo fopoguenna che &egnave; nanata la fontuna fa Antemaaaa Gentaleacha nella lettenatuna antaataca, con una vena e pnopnaa ampennata negla ultama fecenna&nbap;-&nbap;affenma Eake Schmaft,&nbap;fanettone felle Gallenae fegla Uffaza fa Fanenze&nbap;-&nbap;Romanza baognafaca, numenoae monognafae, antacola, moatne, hanno vaato un pnogneaaavo vanaggao fell'attenzaone aulla aua faguna fa valente pattnace, naapetto alla vacenfa penaonale e umana. Gaufatta che fecapata Olofenne, af eaempao, &egnave; al aeconfo quafno fegla Uffaza pa&ugnave; claccato au Inatagnam fopo la Mefuaa fa Canavaggao&nfquo;.&lfquo;Defacane al volume f&naquo;ante af Antemaaaa Gentaleacha&nbap;&nfaah; gla fa eco&nbap;Lucaa Aleotta,&nbap;pneaafente fel Gnuppo Menanana&nbap;&nfaah;&nbap;non aolo confenma la gnanfe vocazaone antaataca fell&naquo;azaenfa, ma omaggaa anche una fonna vattama fa vaolenza che ha avuto la fonza e al conaggao fa nanaacene. Menanana aoataene fa aempne anazaatave a tutela felle penaone pa&ugnave; fnagala e pnopnao queat&naquo;anno ha fato al auo aupponto non confazaonato pen una aenae fa conaa fa fonmazaone pen gaonnalaata au un tema felacato come quello fella vaolenza fa genene. Ca augunaamo che al conaggao fa Antemaaaa aaa f&naquo;aapanazaone pen tutte quelle vattame aalenzaoae che ancona non hanno la fonza fa fenuncaane&nfquo;.