Risultati immagini per sangue e arena TEATRO

Non solo personaggi di fumetti e serie televisive di tendenza, ma storie vere di uomini veri cariche di sofferenza ma anche di sogni di riscatto. Quelle dei gladiatori, con le loro gesta e le loro sofferenze, sono esperienze di vita reali che dal passato giungono a noi grazie alla forza della memoria e del racconto.

Tre i racconti che si potranno ascoltare dalla bocca di un saggio erborista, un personaggio senza tempo, che animerà l’Anfiteatro Campano di S. Maria Capua Vetere (CE) nel pomeriggio di sabato 22 aprile alle ore 15 e 17 e nella mattina di domenica 23 aprilealle ore 10 e 12 con le repliche della visita spettacolo di Le Nuvole dal titolo SANGUE E ARENA, consigliato in particolare a famiglie e gruppi con ragazzi da 8 anni. Enzo Musicò, cui è affidata l’interpretazione, ripercorrerà le vicende del noto Spartaco, passato alla storia per la rivolta da lui capeggiata, di Androclo e del ‘suo’ leone, per finire con quella del piccolo Iqbal Masih, simbolo della schiavitù di oggi. Ci sarà occasione per emozionarsi non senza affrontare e conoscere con razionalità gli strumenti – che pure esistono dal 1948 – a difesa di tutti i soprusi contro ogni essere umano: la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Con il pubblico saranno, inoltre, recitati i primi cinque articoli di questo documento, così semplici nella loro essenzialità eppure ancora inascoltati da grandi e piccole potenze, sorde ai più elementari diritti umani. L’appuntamento s’inserisce all’interno della proposta culturale 2017 del Consorzio Arte’m, di cui Le Nuvole fa parte, realizzato con il Polo Museale della Campania, la Direzione del Museo dell’Antica Capua e la dr.ssaIda Gennarelli che riferisce in una nota “le modalità di promozione della conoscenza dei siti che narrano la storia delle città hanno permesso, negli ultimi anni, di coinvolgere un pubblico sempre più vasto e diversificato. Le proposte che intrecciano competenze diverse, dal teatro alla ricerca scientifica alla divulgazione, hanno creato modalità inclusive, facendo crollare le barriere che si interponevano tra gli ‘addetti ai lavori’ e i semplici fruitori. In Sangue e Arena, in particolare, il visitatore e l’area archeologica interagiscono attraverso azioni dinamiche e stimolanti che riusciranno a fissare nella memoria, anche dei più piccoli, valori e conoscenze fondamentali per lo sviluppo della personalità dei futuri cittadini”. L’intero circuito archeologico di Capua antica è un patrimonio prezioso da svelare e riscoprire. L’Anfiteatro è, in particolare, per dimensioni secondo solo al Colosseo e può annoverare, fra i propri vanti, l'arena ancora ben conservata e i sotterranei, costituiti da dieci corridoi comunicanti e una vasta cloaca a croce per lo scolo delle acque. Inoltre è stato sede della prima scuola gladiatoria di cui si ha notizia. L’addestramento dei gladiatori al combattimento nell’area prevedeva severissime regole, con pene corporali molto dure.  “La storia del luogo e le tematiche affrontate negli interventi teatrali - ricorda Fabio Cocifoglia, che ha curato la messa in scena – rappresentano, crediamo, l’occasione giusta per affrontare con i ragazzi alcune storie di uomini che hanno vissuto o vivono in condizione di schiavitù. Inoltre, in particolare con gli studenti (repliche per le scuole sono previste dal 19 al 28 aprile 2016 alle ore 9.30 e 11.30) e le famiglie del territorio campano, ci auguriamo che questo evento possa far emergere e consolidare un autentico senso di appartenenza verso questo ‘luogo’ così significativo”. SANGUE E ARENA è per un numero limitato di spettatori e prevede prenotazione e preacquisto obbligatori (INFO 081.239.5653 (lun./ven. 9/17) e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - prevendita su www.etes.it o presso uffici Le Nuvole di Napoli o biglietteria dell’Anfiteatro in orari apertura).  Nelle giornate di attività, per i partecipanti a Sangue e Arena, sarà possibile arricchire la visita con la degustazione di menù a base di prodotti biologici a km 0 (in convenzione da € 10 a € 20) proposti da amico bio spartacus arena (solo su prenotazione allo 08231831093) anch’esso partner del Consorzio Arte’m net.