Risultati immagini per caravaggio

I luoghi di Caravaggio a Roma: una vita tra luci e ombre. La passeggiata si snoda tra le piazze, i vicoli e le chiese dove Michelangelo Merisi da Caravaggio visse e lavorò a Roma tra la data del suo arrivo nel 1591 e la fuga precipitosa dalla città nel 1606.

La sua fu una vera rivoluzione pittorica: il suo naturalismo, l’aderenza al vero, il gioco dei contrasti, tutta la sua pittura ha come unica misura l’esistenza del corpo umano. Il suo materialismo è rivoluzionario e non prevede una dimensione ultraterrena. Angeli come ragazzi di strada, prostitute ritratte come Madonne, questo è il mondo di cui Caravaggio amava circondarsi e questi sono i suoi modelli immersi nella vita misera e carnale. Alla realtà della strada si contrappone in modo stridente il suo rapporto con la committenza costituita da cardinali e collezionisti eruditi. Una vita fatta di luci e ombre, come le sue tele. Si inizia da Palazzo Madama, allora abitazione del cardinal Del Monte, protettore e primo estimatore di Caravaggio, per proseguire nelle chiese di S. Luigi dei Francesi e S. Agostino e poi, seguendo gli atti dei processi in cui il pittore è citato come imputato, si ricostruiscono le sue frequentazioni e le sue “bravate” fino a concludere il percorso nella cappella Cerasi a S. Maria del Popolo.

Appuntamento sabato 8 aprile alle ore 9.30 davanti alla chiesa di S. Luigi dei Francesi nell’omonima piazza. Durata totale: 2 ore circa