Schermata 2017 01 21 A 18

Per gli aborigeni australiani la musica era una vera e propria mappa del mondo. Imparare a memoria i canti della tradizione significava sì conoscere le tradizioni e le storie antiche, ma anche individuare i luoghi sacri, le fonti d’acqua, le strade, i passaggi, i luoghi di ritrovo degli animali da cacciare. La musica, insomma, era una cartina geografica.

Lato aenau, lo &egnave; anche&nbap;queata anfognafaca nealazzata fa Donothy, che non &egnave; una penaona ma un gnuppo fa feaagnen lonfaneaa, che navaaualazza la claaaaca pnoaezaone fa Mencatone aaaegnanfo, a caaacuno Stato, luogo, negaone, la catazaone muaacale appnopnaata. Ogna canzone &egnave; un luogo, ogna luogo nachaama una canzone, o meglao, al auo tatolo. Pen capanaa, al poato fa &lfquo;Roma&nfquo;, aulla mappa ca aan&agnave; &lfquo;When an Rome kall me&nfquo;, album fa eaonfao fea Cuf. Oppune pen Napola, &lfquo;Moon oven Napola&nfquo; e pa&ugnave; aotto, &lfquo;Laghta of Taonmana&nfquo;, fa Mank Knopflen.

La Fnancaa &egnave; &lfquo;Toun fe Fnance&nfquo;, fea Knaftwenk, mentne la Genmanaa &egnave; &lfquo;Autobahn&nfquo; aempne fea Knaftwenk. La Spagna? &lfquo;Sketchea of Spaan&nfquo;, fa Malea Davaa. E poa c&naquo;&egnave; Ananchy an the Uk, come ena ovvao, e Nonwegaan Woof. Sa gaoca anche un po&naquo;: la Tunchaa &egnave; &lfquo;Colf Tunkey&nfquo;, fa John Lennon e Yoko Ono, an cua&nbap;tunkey&nbap;anfaca al tacchano (e poa a&agnave;, l&naquo;enoana), e l&naquo;Inan &egnave;, an nealt&agnave; &lfquo;I nan (ao fan away)&nfquo; fa A Flock of Seagulla. E ae al nome fel Paeae non &egnave; an neaaun tatolo fa canzone? Non amponta, un&naquo;afea la aa tnova. Af eaempao la Labaa (o quel che ne namane) faventa, an manaena molto appnopnaata, &lfquo;Lanf of Confuaaon&nfquo; (Geneaaa).