Risultati immagini per PD MADDALONI

Nella mattinata di giovedì 2 novembre 2017, una delegazione del Partito Democratico è stata ricevuta dal commissario prefettizio del Comune di Maddaloni, il Dott. Benedetto Basile.

Durante l'incontro, dopo aver ringraziato il commissario per il lavoro fin qui svolto e avergli accordato la nostra massima disponibilità per un confronto proficuo e costante, i democratici gli hanno chiesto di adoperarsi per tempo per la ricognizione complessiva dei beni immobili di cui all’art. 3, comma III, L. 3/8/2017, n. 123. Più nello specifico, la normativa del “Decreto Sud", varata dal Governo Gentiloni, prevede la possibilità di affidare, mediante appositi bandi comunali, a giovani di età compresa tra 18 e 40 anni, sulla base di progetti tesi alla valorizzazione ed all'utilizzo degli stessi, l'affidamento di terreni abbandonai o incolti e di beni immobili in stato di abbandono. I promotori dei progetti di valorizzazione che intendano svolgere attività artigianali, commerciali e turistico – ricettive, mediante impiego degli immobili, potranno finanziare l’attività ricorrendo alla misura "Resto al Sud". Per consentire l'affidamento degli immobili ed il finanziamento, è però necessaria la propedeutica ricognizione degli beni stessi, da effettuarsi ad opera del Comune entro il termine di sei mesi dalla data di pubblicazione della legge, e dunque entro il 3 febbraio 2018. <<Abbiamo chiesto – commenta il segretario del PD Alfonso Formato - al commissario Basile, che si è mostrato possibilista e felice del suggerimento, di "regalare" alla nostra città la ricognizione dei terreni abbandonati o incolti e degli immobili in stato di abbandono, nonostante le difficoltà tecniche e la ristrettezza dei tempi. Riteniamo fondamentale ogni sforzo volto a garantire, a tanti giovani concittadini potenzialmente interessati, la possibilità di accedere ai benefici previsti dalla normativa. Il rilancio del commercio e delle prospettive imprenditoriali si fa con proposte concrete e mirate. Ringrazio – continua Formato – il commissario Basile per l’ospitalità riservataci e per  la sensibilità mostrata a riguardo. L’incontro, nel quale abbiamo ricevuto chiarimenti e rassicurazioni anche in ordine ai servizi di raccolta rifiuti, di refezione scolastica e di fornitura dei libri scolastici, si incastra in un più complesso sistema di proficua collaborazione che intendiamo instaurare con l’ente comunale. La gestione commissariale di certo non legittima la politica a lavarsi le mani nei confronti dei problemi della Città>>.