Risultati immagini per SETTEMBRE AL BORGO

Grandi numeri per l’edizione 45 di Settembre al Borgo: a conclusione della Rassegna di Casertavecchia, tra le più antiche e prestigiose dalla Campania, è tempo di tirare le somme.

Sei i giorni del festival, cinque di cartellone più un’anteprima; cinque le location scelte per gli venti: Piazza Vescovado, la Cattedrale, i Giardini della Cattedrale, la Chiesa dell’Annunziata, Largo Castello. Cinquantacinque le ore di spettacoli, ben 14 solo nella giornata di domenica 3 settembre. Quindici le ore di girato che il regista Luigi Scaglione, accompagnato da Mauro Di Rosa, useranno per realizzare il docufilm di Settembre al Borgo 45. Decisamente importante il numero degli artisti che si sono alternati sui palchi del festival: ben 75, assicurando così a questa edizione il primato di “più affollata” della sua storia. Cinque i concerti con altrettanti grandi nomi della musica italiana: Teresa De Sio, Eugenio Finardi, Francesco Baccini, Ron e Mannarino. A questi vanno aggiunti i 49 giovani chitarristi che, diretti dal maestro Franco Mantovanelli, ogni sera si sono esibiti sul ‘palcoscenico a chilometro zero” allestito all’ombra del Castello. Da venerdì 1 settembre a mercoledì 6 settembre una ritmata sequenza di appuntamenti, incontri, fusioni di generi e di esperienze ha trasformato il sito medievale in un’oasi sonora per celebrare il talento e la generosità di Fausto Mesolella, intorno al quale tutta la Rassegna ha ruotato. Sei le “linee” del progetto: “MUSICA DA VEDERE” in Largo Castello, dove si sono esibite giovani promesse della chitarra; “VISIONI SONORE IN UN INTERNO NOTTE” nella Chiesa dell’Annunziata, che ha ospitato l’“arpa di luce”, un’istallazione artistica interattiva e luminosa; “INCONTRI AL TRAMONTO” nel Giardino della Cattedrale, dove è stato possibile ascoltare nuovi e vecchi maestri del blues alternati a grandi chitarre del mondo; “TRA LE CORDE DELLA MUSICA” nel Duomo, per gli amanti della “classica” e del “talento”; “VOCI DELLA RIBALTA” in Piazza Vescovado, che ha unito folk e pop, tradizione e ricerca, e “CHITARRE IN MOVIMENTO” nei vicoli del Borgo, tra piccole serenate e dediche a richiesta. Tre i canali web che hanno diffuso gli aggiornamenti di questa edizione – il sito ufficiale, Instagram e Facebook -, una linea telefonica dedicata, 35 i comunicati stampa diffusi dalla presentazione del cartellone. Realizzato dal Comune di Caserta con il contributo dell’assessorato allo Sviluppo e promozione del Territorio, “Settembre al Borgo 45” ha beneficiato di 175mila euro di soldi pubblici e ha assicurato tutti eventi ad ingresso libero e gratuito.  “Dopo due anni di assenza di questa storica manifestazione, la 45esima edizione può considerarsi un successo straordinario – ha dichiarato entusiasta l’assessore comunale agli Eventi Emiliano Casale - Siamo stati capaci di coniugare la grande qualità artistica degli spettacoli, che si è perfettamente inserita nella tradizione e nella cultura di questo luogo magico, con degli eccellenti risultati sotto il profilo dello sviluppo economico e produttivo della borgata medievale. Vedere ogni sera la piazza e gli altri luoghi di Casertavecchia stracolmi di persone ci riempie di orgoglio e ci fa comprendere che la sfida di riportare il Borgo agli antichi splendori è stata vinta”.