Risultati immagini per dell’Arco di via Torre CASERTAVECCHIA

Hanno preso il via stamani i lavori di ripristino architettonico e di restauro dei conci danneggiati dell’Arco di via Torre in Casertavecchia, storicamente conosciuto come Porta o Arco di Sant’Andrea e “Porta Urbis”.

Grazie al forte impegno profuso direttamente dal sindaco di Caserta, Carlo Marino, e dal consigliere comunale della zona, Domenico Maietta, che sta seguendo personalmente lo svolgimento dei lavori, sono iniziati gli interventi necessari a dotare nuovamente il Borgo di un elemento fondamentale della sua storia. A partire dalla giornata odierna, operai di un’impresa inserita nell’elenco della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Caserta, specializzata nelle opere di restauro di beni culturali e di particolare valore storico, sono al lavoro per la ricostruzione dei piedritti laterali (gli elementi di supporto), sui quali verrà calato e arcuato nella sua storica posizione l’Arco di Sant’Andrea.Questa struttura rappresenta uno dei simboli principali del Borgo medievale di Casertavecchia, nonché uno dei principali elementi di interesse storico e di attrazione turistica. Circa 3 anni fa l’Arco fu completamente abbattuto da un mezzo adibito alla raccolta dei rifiuti. Grazie all’attuale Amministrazione, a partire dalla scorsa estate, i componenti superstiti dell’Arco furono ripuliti e successivamente posti sotto tutela e ricovero nel perimetro degli spazi dell’antico Castello di Casertavecchia. Successivamente il sindaco Marino, coadiuvato dal consigliere Maietta, ha presentato un progetto all’attenzione del Soprintendente ai Beni Artistici e Storici, Salvatore Buonomo, e alla funzionaria della Soprintendenza competente per Casertavecchia, Giuseppina Torriero, i quali, con grande celerità, hanno provveduto ad emanare, nel novembre scorso, i relativi provvedimenti necessari all’avvio dei lavori.“Con il ripristino architettonico dell’Arco – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – effettuiamo un altro passo importante nell’opera di valorizzazione e rilancio del Borgo di Casertavecchia, autentico gioiello della nostra città. Dopo il varo della Ztl, che consentirà maggiore ordine e decoro, e dopo l’opera di pulizia straordinaria effettuata a Casertavecchia, oltre che a Casola, a Pozzovetere e a Sommana, continueremo negli interventi utili a rilanciare questi luoghi meravigliosi. In particolare – ha proseguito il sindaco – a breve ci saranno due provvedimenti di grande importanza. In primo luogo verrà definitivamente sistemato il sistema di pubblica illuminazione nel Borgo; a breve, poi, il Comune firmerà una convenzione con la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici e con l’Università per l’istituzione del Parco Archeologico del Castello e della Pineta di Caserta Antica”.